De Majo: “Si lavora per rendere fruibile a tutti l’antico teatro di Neapolis”

NAPOLI, 14 SETTEMBRE – “Mentre la città riceve la splendida notizia della partenza effettiva dei lavori dei tre lotti del grande progetto UNESCO, – commenta Eleonora de Majo, consigliera comunale di Napoli – che riguarderà la riqualificazione di tantissime delle strade e delle piazze del centro antico napoletano, proprio stamane, in commissione politiche urbane abbiamo ascoltato una interessantissima relazione degli uffici dell’Assessorato all’urbanistica circa lo stato del progetto sul cosiddetto “disvelamento” del teatro antico di Neapolis di Via Anticaglia, meglio conosciuto come il teatro di Nerone. L’odeon e tutta la struttura del teatro, è rimasto per secoli completamente seppellito e nascosto dalle stratificazioni edilizie che si sono succedute nel tempo, la cui varietà e’ ancora oggi un tratto caratterizzante del nostro centro. Tornato alla luce solo di recente, lentamente e con tutte le difficoltà di un gioiello incastonato nella storia millenaria di Partenope, si sta lavorando affinché in poco tempo possa diventare fruibile per l’intera città.

Napoli non smette mai di sorprendere, – continua la de Majo – non credo siano molte le città del mondo in cui facendosi largo tra palazzi e giardini si scopre un teatro la cui prima struttura risale al quarto secolo a. C.
Solo che tutta questa bellezza, oggi finalmente oggetto di cura e attenzione da parte di chi si sta occupando dei progetti, merita che resti fruibile per tutti e circondata dalla stessa città che per secoli l’ha custodita, non oggetto di speculazioni, tipiche dei centri storici a vocazione turistica.

Chi vuole goderne è il benvenuto ma dobbiamo vigiliate affinché queste sacrosante opere di riqualificazione non diventino occasione per accelerare i processi che pure stanno provando a snaturare le caratteristiche uniche dei nostri vicoli, dei nostri cardi e dei nostri decumani.”

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.