Un Napoli cinico espugna Bologna. Tre Vittorie e punteggio pieno

A- Atletismo, quello emerso da tutti i giocatori scesi in campo, i partenopei hanno fatto una gara combattuta su ogni pallone, difatti i bolognesi hanno dato un’impronta fisica alla gara, e questo ha messo in difficoltà gli azzurri per tutta la prima parte della partita;

E- Estro, quello emerso dal “magnifico” Lorenzo Insigne, che ha dettato una passaggio fenomenale per il taglio di Callejon, preciso sulla testa dello spagnolo che ha insaccato sotto le gambe di Mirante, un portiere che quando vede l’azzurro si esalta, ma oggi non è stato così;

I- Inviolata è stata la rete di Pepe Reina, la grande parata fatta nel primo tempo sulla punizione di Verdi è stata importantissima, tanto è vero che in quel momento la sfida era bloccata sullo 0 a 0, ma il suo movimento di reni ha impedito che la palla entrasse;

O- Gli “Olè” quelli che “suonavano” dagli spalti ad ogni passaggio riuscito a fine gara dai ragazzi di Sarri, i 7000 presenti al “Dall’Ara” hanno fatto sentire la loro presenza;

U- L’ultimo goal quello segnato da Zielisky, subentrato al 60simo del secondo tempo per uno stanco Hamsik. Il capitano non è partito alla grande, ma la sua tecnica è indiscutibile e la sua titolarità non è in discussione, ma il goal del polacco fa venire i “cattivi pensieri” al numero 17, restare con i piedi per terra ed essere “uniti” per avere più familiarità con la parola“cinismo”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.