Ally McBeal, Calista Flockhart torna a parlare del revival?

0
Ally Mcbeal Calista Flockhart

Ally McBeal, Calista Flockhart torna a parlare del revival? - ilvaporetto.com

Dopo la reunion agli Emmy il revival di Ally McBeal sembra sempre più possibile.

“I’ve been searching my soul tonight” intonava Vonda Shepard nel ritornello di una delle sigle più memorabili degli anni Novanta. Forse la canterà di nuovo.

Già nel 2022 la Deadline riportava che 20th Century Fox stava lavorando al ritorno di Ally McBeal. Il legal drama a tinte comiche ideato da David E. Kelley che ha conquistato il pubblico televisivo mondiale per cinque stagioni, trasmesse dal 1997 al 2002.

Il ritorno di Ally McBeal

Il progetto però è rimasto da allora nelle fasi preliminari di sviluppo. Il creatore Kelley, che negli ultimi anni ha ritrovato la fortuna televisiva grazie a successi come Big Little Lies, The Undoing e Big Sky, non sarà coinvolto nella eventuale nuova serie di Ally McBeal, avendo scelto di passare il testimone. Karin Gist (Grey’s Anatomy, Revenge, Our Kind of People) scriverà la sceneggiatura del pilot e sarà coinvolta in veste di produttrice esecutiva. David E. Kelley ha dato il suo benestare al revival.

Ally McBeal revival

La nuova serie tv sequel di Ally McBeal avrà per protagonista una giovane donna nera che, dopo aver completato gli studi di Giurisprudenza, si unisce allo studio di avvocati Cage & Fish. Questa giovane non sarà estranea al mondo di Ally & co., perché si tratterà della figlia di Renée, la compagna di appartamento di Ally interpretata da Lisa Nicole Carson nella serie originale.

Non sarebbe Ally McBeal senza la protagonista titolare. Non trattandosi di un reboot, bensì di un revival, il progetto è stato congegnato per essere una continuazione della serie originale. Per questa ragione, 20th Century Fox avrebbe già avvicinato Calista Flockhart per sapere se fosse interessata a tornare a vestire i tailleur dell’avvocato McBeal. Ad oggi non è stata intrapresa alcuna trattativa formale anche se all’attrice è stato proposto anche di essere produttrice esecutiva del sequel.

In una recente intervista però con New York Times, Flockhart ha risposto alle continue speculazioni sul suo ritorno nella serie dicendo: “Lo prenderei sicuramente in considerazione”. Questo dopo che l’attrice si è ritrovata con Peter MacNicol, Greg Germann e Gil Bellows agli Emmy 2024.

Nell’arco di cinque stagioni e 112 episodi, Ally McBeal ha raccontato le vicende della protagonista, in forze allo studio legale di proprietà di John Cage (Peter MacNicol) e Richard Fish (Greg Germann), quest’ultimo suo compagno di università, a Boston. Qui ritrova il suo grande amore perduto Billy (Gil Bellows), oggi sposato con la collega Georgia (Courtney Thorne-Smith).

Nel corso delle cinque stagioni, premiate con il Golden Globe nella categoria “Migliore serie comica” sia nel 1997 che nel 1998, la serie si è avvalsa di un cast di talenti come Lisa Nicole Carson, Jane Krakowski, Lucy Liu e Portia de Rossi. Tra le guest star più memorabili, Jon Bon Jovi, Robert Downey Junior, Barry White, Tina Turner, Elton John, Sting, e Gloria Gaynor.

Attualmente il potenziale revival di Ally McBeal non è formalmente destinato ad alcun network o piattaforma streaming, anche se l’americana Hulu sembra la casa ideale per questo progetto essendo l’unico streamer ad avere in catalogo la serie. Questo significherebbe che da noi approderebbe su Star, il brand di intrattenimento generale di Disney+.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *