Belen Rodriguez ed Elio Lorenzoni: Rottura o momento di riflessione?

0
Belen Rodriguez Ed Elio Lorenz

Belen Rodriguez ed Elio Lorenzoni: Rottura o momento di riflessione? - ilvaporetto.com

In queste ore, il gossip si fa eco della presunta rottura tra Belen Rodriguez ed Elio Lorenzoni. La showgirl argentina ha deciso di partire per la Scozia, ma secondo i critici, ciò potrebbe essere considerato come una fuga da un periodo difficile per lei. Tuttavia, Belen ha voluto sottolineare che il suo obiettivo non è scappare, ma semplicemente viaggiare. Forse, questa “fuga” le permetterà di ritrovare se stessa. Al momento, non ci sono conferme ufficiali riguardo alla fine della loro relazione.

Per esprimere i suoi sentimenti su questa situazione, Belen ha pubblicato su social media una poesia scritta direttamente dalla Scozia. Il testo riflette sia sulle sue preferenze personali che sulle sue considerazioni sulla vita.

“Mi piace viaggiare, non mi piace scappare.

Mi piace parlare, non mi piace chi sparla.

Mi piace ascoltare i silenzi e chi rispetta le pause.

Mi piace la gente seria, non mi piacciono i burloni.

Mi piace ballare, chi si ferma è perduto.

Mi piace mangiare, non mi piace la dieta.

Mi piace la gente che ride anche con le lacrime dentro gli occhi.

Mi piace chi sogna, non mi piace chi ha smesso di farlo.

Mi piace la gente coraggiosa che non si arrende mai.

Mi piacciono i patti chiari per le amicizie lunghe.

Mi piace la generosità, non mi piace la gente taccagna.

Soprattutto, detesto chi baratta la sua anima per convenienza.

Mi piace confessarmi, non mi piacciono i segreti.

Mi piace la gente fiduciosa, mi piace la gente visionaria.

Mi piace la gente gentile, mi piace la gente comprensiva.

Mi piace il perdono.

Mi piace chi non porta rancore per sempre.

Mi piace corinzi tredici.

Mi piace chi mette l’amore al primo posto.

Non mi piacciono i dieci comandamenti.

Non mi piacciono né i ricatti né l’abuso di potere.

Non mi piace chi ti sminuisce.

Non mi piace chi punta il dito.

Non mi piacciono i pregiudizi provinciali.

Non mi piace la gente senza attributi.

Né i codardi né gli adulatori.

Non mi piacciono i fanatici né i truffatori.

Mi piace chi si mette in discussione.

Mi piace l’umiltà.

Mi piace chi non scorda le proprie radici.

Mi piace chi si ferma a leggere i miei occhi.

Mi piace chi ama i genitori.

Chi va a trovare ancora i nonni.

Mi piacciono le donne che fanno le notti in bianco ogni sera con i loro bambini.

Mi piace chi mette al primo posto i figli.

Mi piace chi si fida a prescindere, rischiando di perdere tutto.

Chi dà una seconda possibilità e anche una terza.

Mi piace chi ti dice le cose fuori dai denti, anche quando fanno male.

Soprattutto quando fanno male.

Mi piace chi cambia idea.

Mi piace chi non cerca il consenso altrui, ma il proprio consenso.

Mi piace la coerenza, mi piace il rispetto per il prossimo.

Mi piacciono le carezze, non mi piace chi volta le spalle.

Mi piace la lealtà, non mi piace chi tradisce.

Non mi piace chi tradisce se stesso.

Non mi piace chi ha paura di guardarsi dentro.

Non mi piace chi non vuole vedere.

Non mi piace chi cerca il successo, il successo è qualcosa che è già successa.

Mi piace chi fa succedere cose.

Mi piacciono un sacco di cose, sì!

Ma soprattutto, mi piace un sacco

aver imparato a dire no”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *