BigMama oltre le critiche, al body shaming di un giornalista e Striscia lei risponde con l’amore: messaggio alla comunità queer

0
Bigmama Oltre Le Critiche Al

BigMama oltre le critiche, al body shaming di un giornalista e Striscia lei risponde con l'amore: messaggio alla comunità queer - ilvaporetto.com

BigMama sul palco dell’Ariston, nel corso della seconda serata di Sanremo 2024, non si è limitata solo a portare la sua canzone in gara ma ha fatto molto di più. Ha parlato di amore, dando un calcio (metaforico) alle incredibili critiche sul suo aspetto fisico.

BigMama vittima di body shaming risponde con l’amore

Al termine della sua esibizione, nella seconda serata di Sanremo 2024 andata in scena ieri sera, mercoledì 7 febbraio, BigMama ha voluto dedicare la sua performance “alla comunità queer”.

Chi si aspettava che rispondesse con la stessa moneta, dunque, si è dovuto ricredere. Perché mentre gli altri si “divertivano” (!) a fare body shaming contro di lei, Marianna ha preferito parlare di amore:

Voglio dedicare la mia esibizione a tutta la comunità queer. Amatevi liberamente, potete farlo.

Nel frattempo, La Rai ha aperto un procedimento disciplinare contro un giornalista dell’azienda che avrebbe pubblicato un tweet offensivo nei confronti della cantante in gara a Sanremo 2024. Il giornalista in questione, di cui non si conosce l’identità, è accusato di body shaming.

Ecco la nota diffusa dall’ad Roberto Sergio:

Appena appresa la notizia del tweet denigratorio nel confronti di una artista in gara, ha chiesto alla Direzione Organizzazione Risorse Umane della Rai di aprire un provvedimento disciplinare nei confronti di un giornalista per body shaming.

E non è stato il solo episodio, dal momento che anche Striscia la Notizia ci ha messo del suo paragonando BigMama a Ursula de La Sirenetta.

Ma come ha reagito la cantante? Ancora una volta con estrema intelligenza e classe, quella che evidentemente manca altrove. Intervistata da La Stampa, ecco cosa ha risposto sulla questione:

Tutte le operazioni, tipo meme, che dovrebbero far ridere mi fanno ridere, sono ironica. Ma quando viene utilizzata per parlare della mia fisicità e non della mia bravura, allora non mi fa più ridere. In questo caso, alla fine Ursula è iconica, ci sta. Io posso esserlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *