Camera respinge ratifica Mes: Italia ottiene nuovo Patto stabilità con flessibilità.

0
Camera Respinge Ratifica Mes

Camera respinge ratifica Mes: Italia ottiene nuovo Patto stabilità con flessibilità. - ilvaporetto.com

Il rifiuto della Camera: il Mes respinto

Il 21 dicembre, la Camera ha respinto la proposta di ratifica del Meccanismo europeo di stabilità. Questo avvenimento è seguito all’accordo sul nuovo Patto di stabilità raggiunto dal Consiglio europeo dell’Ecofin. Questo organo è composto dai ministri dell’Economia di tutti gli Stati membri dell’Unione europea. L’accordo è stato raggiunto in modo inatteso durante una video call convocata dalla presidenza di turno spagnola. Durante la riunione, si è prevalso lo spirito di compromesso tra i Paesi “frugali” e quelli che chiedevano margini di libertà in considerazione dei cambiamenti epocali occorsi nel recente passato, in primis la pandemia da Covid.

Patto di stabilità: origine e significato

Il Patto di stabilità e crescita è un accordo internazionale varato nel 1997 ad Amsterdam. Esso disciplina le politiche di bilancio dei Paesi aderenti all’Unione europea. Questo accordo pone regole che prevedono il rispetto di limiti inerenti al deficit e al debito pubblico. Il deficit non deve superare il 3% del Prodotto interno lordo (Pil), mentre il debito pubblico deve mantenersi al di sotto del 60% del Pil. Queste regole sono state sospese all’inizio del 2020 per permettere ai Paesi di fronteggiare l’epidemia da Covid-19. Tuttavia, a partire da gennaio 2024, il Patto di stabilità riprenderà la sua piena vigenza.

Il nuovo Patto di stabilità: un accordo realistico

Il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, ha espresso grande soddisfazione per l’intesa raggiunta il 20 dicembre. Ha affermato che nel nuovo Patto di stabilità sono presenti “cose positive, altre meno”. Ha sottolineato che l’Italia ha ottenuto molto, poiché “ci sono regole più realistiche di quelle attualmente in vigore”. Il nuovo Patto di stabilità mantiene le regole riguardanti le soglie del deficit (3% del Pil) e del debito pubblico (60% del Pil), ma introduce margini di flessibilità. Il commissario Ue agli Affari economici, Paolo Gentiloni, ha dichiarato che il nuovo Patto di stabilità tiene conto della “rigida sostenibilità fiscale” richiesta da Berlino, cercando tuttavia “di non affogare la crescita, tenendo presente investimenti e interessi del debito”, come richiesto da Francia e Italia.

La mancata ratifica del Mes e la situazione in Italia

La mancata ratifica del Mes da parte dell’Italia è stata una sorpresa. Si è ipotizzato che vi fosse in corso una trattativa informale tra l’Unione europea e l’Italia. Se l’Italia avesse ottenuto un Patto di stabilità a lei congeniale, allora avrebbe ratificato il Mes. L’entrata in vigore del Mes resta sospesa per tutti e 20 i Paesi membri. Nel frattempo, l’Italia si prepara ad approvare la manovra finanziaria entro il 31 dicembre, per evitare l’esercizio provvisorio. Nonostante la mancata ratifica del Mes, l’Italia ha ottenuto un Patto di stabilità con qualche margine di flessibilità in più, dal quale ripartire con fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *