Il portale d'informazione della tua città

Castel Sant’Elmo: in mostra i pittori russi del Novecento

In esposizione al Museo del Novecento 128 dipinti provenienti dal Museo dell’arte di San Pietroburgo

0 863

Dal 4 Novembre al 10 Dicembre 2017, il Museo del Novecento al Castel Sant’Elmo ospiterà la mostra “Dalle avanguardie alla perestrojka – Il Museo Novecento a Napoli incontra gli artisti di San Pietroburgo”. Venerdì 3 novembre alle ore 17 si terrà il vernissage di inaugurazione.

L’esposizione, promossa dalla Città di San Pietroburgo e dal Consolato Onorario della Federazione Russa in Napoli e realizzata con il Polo museale della Campania, ospita ben 128 opere provenienti dalla Collezione del MISP– Museo dell’arte di San Pietroburgo. L’evento è patrocinato dall’Ambasciata della Federazione Russa nella Repubblica Italiana Regione Campania, dal Comune di Napoli e dal Centro di Scienza e Cultura Russa in Roma.

Diretta da Anna Imponente, e curata da Anna Maria Romano e Marina Jigarhanjan con il coordinamento di Afrodite Oikonomidou, la mostra ripercorre la produzione artistica di San Pietroburgo durante il XX secolo: dipinti a olio, acquerelli e disegni descrivono il complesso itinerario dell’estetica russa a partire delle avanguardie, passando per il socialismo reale, fino al fermento artistico del periodo della perestrojka e alle sperimentazioni contemporanee.

L’esposizione è stata organizzata in occasione della celebrazione di due anniversari: i 100 anni dalla Rivoluzione di Ottobre, che segnò la nascita della Repubblica socialista sovietica nel 1917, e i 240 anni trascorsi dal primo accordo di scambi diplomatici e culturali tra Russia e Regno delle Due Sicilie, firmato dall’imperatrice Caterina II e Ferdinando di Borbone.

La pittura russa del Novecento costituisce un fenomeno estetico certamente complesso, figlio di istanze politiche e culturali variegate, e per certi aspetti contraddittorie, da cui sono scaturirti risultati estetici originali e interessanti. La mostra, quindi, rappresenta per il pubblico partenopeo un’importante opportunità per scoprire aspetti sconosciuti di quest’arte ancora poco nota.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.