Il portale d'informazione della tua città

‘Eccoci’: la nuova stagione del Teatro Stabile di Napoli

0 504

Da Euripide a Eschilo, da Shakespeare a Goldoni a Hugo, da Pirandello a Viviani e tanti altri. Sono oltre 20 i titoli che compongono la nuova rassegna teatrale intitolata “ECCOCI”, che si terrà presso i teatri Mercadante e San Ferdinando.

ECCOCI è il titolo con il quale il Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale diretto da Luca De Fusco offre alla città la Stagione Teatrale 2017/2018. Un programma ricco di titoli che va da Pirandello ai classici greci, da Shakespeare ai maestri del novecento per poi passare alle novità contemporanee fino ad arrivare ai giorni nostri. Una produzione teatrale che inizierà il prossimo 18 ottobre 2017 e si protrarrà fino a maggio 2018, per la quale il direttore Luca De Fusco sottolinea: «Mai tanto Teatro nei nostri teatri, mai tanti spettacoli, mai una varietà così grande. Mai tanta internazionalità, mai tanta Napoli».

Il 18 ottobre, infatti al Teatro San Ferdinando il sipario si alzerà per il debutto di un “classico” della drammaturgia napoletana post-eduardiana, “Uscita d’emergenza”, il quale resterà in scena fino al 5 novembre. Gli appuntamenti si susseguiranno per tutta la stagione, con tantissimi altri spettacoli dai grandi titoli ed eccellenti autori, come:

25 ottobre – 12 novembre: Sei personaggi in cerca d’autore, di Luigi Pirandello, diretto da Luca De Fusco e interpretato da Eros Pagni, Angela Pagano, Gaia Aprea, Paolo Serra, Enzo Turrin, Giacinto Palmarini (Teatro Mercadante)

22 novembre – 3 dicembre: Le Baccanti, di Euripide, nell’adattamento e nella regia di Andrea De Rosa (Teatro Mercadante)

5 – 10 dicembre: Riccardo II, di William Shakespeare, diretto da Peter Stein e interpretato da Maddalena Crippa (Teatro Mercadante)

12 – 17 dicembre: Emilia, di Claudio Tolcachir e interpretato da Giulia Lazzarin (Teatro San Ferdinando)

20 dicembre – 7 gennaio: Ragazze sole con qualche esperienza, di Enzo Moscato, messo in scena dal regista Francesco Saponaro e interpretato da Veronica Mazza, Carmine Paternoster, Salvatore Striano e Lara Sansone

10 – 21 gennaio: Il Servo, dal romanzo omonimo di Robin Maugham, con la regia di Pierpaolo Sepe e Andrea Renzi (Teatro Mercadante)

24 gennaio – 4 febbraio: Desideri mortali, oratorio profano per Giuseppe Tomasi di Lampedusa, diretto da Ruggero Cappuccio e interpretato da Claudio Di Palma (Teatro San Ferdinando)

27 – 28 gennaio: Masquerade, dramma del poeta russo Mikhail Lermontov, diretto dal regista Rimas Tuminas, vincitore del prestigioso premio teatrale russo, la Maschera d’Oro (Teatro Mercadante)

30 gennaio – 4 febbraio: Intrigo e amore, di Friedrich Schiller, con la regia di Marco Sciaccaluga (Teatro Mercadante)

6 – 8 febbraio: Dieci storie proprio così, progetto teatrale dedicato alle vittime conosciute e sconosciute della criminalità organizzata, nato da un’idea di Giulia Minoli, con la regia di Emanuela Giorndano (Teatro San Ferdinando).

7 – 18 febbraio: L’anatra all’arancia, dal testo The Secretary Bird di William Douglas-Home, versione francese di Marc-Gilbert Sauvajon, con regia e interpretazione di Luca Barbareschi (Teatro Mercadante)

10 – 11 febbraio: Milena & Michael e Sacre, due creazioni di danza, del coreografo franco-israeliano Emmanuel Gat (Teatro San Ferdinando)

27 febbraio – 11 marzo: Eden Teatro, capolavoro del teatro musicale della tradizione napoletana di Raffaele Viviani, nella messa in scena di Alfredo Arias (Teatro San Ferdinando)

28 febbraio – 11 marzo: La banalità dell’amore, della scrittrice tedesca Savyon Liebrecht. Pièce incentrata sulla storia d’amore tra Hannah Arendt e Martin Heidegger e diretta dal regista Piero Maccarelli (Teatro Mercadante)

13 – 18 marzo: Una delle ultime sere di carnovale, di Carlo Goldoni, con la regia di Beppe Novello (Teatro Mercadante)

20 – 25 marzo: Van Gogh. L’odore assordante del bianco, testo di Sefano Massini, nella messa in scena di Alessandro Maggi e affidato all’interpretazione di Alessandro Preziosi (Teatro Mercadante)

20 – 25 marzo: Emone, testo di Antonio Piccolo, con la regia di Raffaele Di Florio, che firma anche le scene (Teatro San Ferdinando)

4 – 15 aprile: Prometeo, da Eschilo, proposto dal regista Massimo Luconi, che firma anche l’adattamento e le scene (Teatro Mercadante)

11 – 22 aprile: La cupa. Fabbula di un omo che divinne un albero, testo di Mimmo Borrelli, di cui è anche regista e interprete (Teatro San Ferdinando)

17 – 22 aprile: l deserto dei Tartari, di Dino Buzzati, nell’adattamento teatrale e regia di Paolo Valerio (Teatro Mercadante)

25 aprile – 6 maggio: I miserabili, di Victor Hugo, con la regia di Franco Però (Teatro Mercadante)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.