Emergenza siccità in Sicilia: Governo regionale dichiara calamità eccezionale

0
Emergenza Siccita In Sicilia

Emergenza siccità in Sicilia: Governo regionale dichiara calamità eccezionale - ilvaporetto.com

Il governo regionale della Sicilia si prepara a dichiarare lo stato di calamità eccezionale a causa della siccità che sta colpendo l’isola. Durante la prima riunione operativa dell’unità di crisi istituita dal Presidente della Regione Renato Schifani, sono emerse diverse misure che verranno adottate per proteggere il patrimonio zootecnico e affrontare la mancanza di foraggio e acqua. L’intervento straordinario della Protezione Civile sarà attivato per garantire la salvaguardia del settore agricolo.

Sezione 1: Riunione dell’unità di crisi

L’unità di crisi, presieduta dall’assessore all’Agricoltura Luca Sammartino, si è riunita con rappresentanti di importanti associazioni agricole e movimenti che hanno denunciato la situazione critica delle ultime settimane. Tra i partecipanti all’incontro, anche i dirigenti generali dei dipartimenti interessati e il segretario generale dell’Autorità di bacino. Durante la riunione, sono state discusse misure urgenti per proteggere il settore agricolo e richieste di finanziamenti alla Conferenza Stato-Regioni.

L’assessore Sammartino ha sottolineato l’importanza di mettere in sicurezza un settore strategico per l’economia siciliana e ha avanzato la richiesta di regionalizzare le risorse e la gestione del rischio climatico per la programmazione 2023-2027. Ha inoltre sottolineato che l’agricoltura non è nemica dell’ambiente e che la transizione ecologica dovrebbe coinvolgere gli agricoltori anziché ostacolarli.

Sezione 2: Criticità e misure di intervento

I partecipanti all’incontro hanno evidenziato alcune criticità del settore agricolo siciliano, tra cui i bassi prezzi dei prodotti agricoli, l’aumento dei costi di produzione e l’iniqua distribuzione del valore lungo la filiera alimentare. Inoltre, hanno sollevato la questione degli obiettivi della neutralità climatica nell’agricoltura europea, che sembrano sacrificare la sicurezza alimentare e il reddito degli agricoltori.

La situazione climatica dell’isola, particolarmente colpita dalla siccità, è stata definita una delle maggiori criticità per l’agricoltura siciliana. La mancanza di risorse idriche ha ripercussioni sulla qualità e quantità del fieno, il cui prezzo sta aumentando in modo insostenibile. Durante l’incontro sono state discusse anche le criticità legate alla Politica agricola comunitaria e ad alcune politiche ambientali specifiche.

L’assessore Sammartino ha illustrato alcune misure che verranno messe in campo per affrontare l’emergenza. Tra queste, il completamento dei pagamenti dei contributi per caro-energia e per il latte dovuti alla crisi Russia-Ucraina, il pagamento dell’indennità compensativa per le aree montane e svantaggiate, l’indennità Natura 2000 e i saldi dell’agricoltura biologica. Saranno inoltre attuate diverse azioni per garantire disponibilità idrica, come il completamento dei programmi di reti irrigue, la realizzazione di laghetti collinari e il riuso delle acque dei depuratori.

Conclusione

Il governo regionale della Sicilia si sta impegnando per affrontare l’emergenza siccità che sta colpendo l’agricoltura siciliana. Le misure adottate e quelle in arrivo sono volte a proteggere il settore agricolo e garantire disponibilità di foraggio e acqua. La situazione critica richiede interventi immediati e la collaborazione di tutti gli attori coinvolti per superare questa crisi senza precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *