Il portale d'informazione della tua città

Etiopia: bellezza in mostra

Al Pan un viaggio nella terra d’Etiopia sulle orme degli antichi esploratori

0 35

Etiopia. Terra ricca di fascino e contraddizioni. Proprio il richiamo dell’avventura e della scoperta, hanno attratto in questi territori decine di esploratori che nel corso dei secoli hanno lasciato diari, carte, schizzi e foto dei loro viaggi. A partire da questo materiale documentario nasce l’idea di una mostra che guidi il visitatore alla scoperta di questo straordinario Paese.

La Bellezza Rivelata – un viaggio nella terra d’Etiopia sulle orme degli antichi esploratori” – che si inaugurerà nel Foyer del Pan/Palazzo delle Arti Napoli, il 13 aprile 2018 alle ore 18 – intende raccontare i luoghi visti e descritti dai viaggiatori ripercorrendo itinerari geografici ed emozionali.

Henry Salt, Théophile Lefebvre, James Bruce, e gli Italiani Vittorio Bottego, Gustavo Bianchi, Antonio Cecchi, sono solo alcuni degli esploratori che tra Ottocento e Novecento ci hanno raccontato di questi luoghi, muovendosi dai grandi laghi meridionali alle guglie dell’altopiano settentrionale, dalle terre infuocate dell’Afar a Est, alle regioni montuose a Ovest.

Organizzata da Caluma, nelle persone di Carlo e Marcella Franchini, dall’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, nelle persone del Prof. Andrea Manzo e della Dott.ssa Luisa Sernicola, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, l’esposizione propone anche numerosi ingrandimenti di scatti realizzati da Carlo Franchini, viaggiatore e appassionato di fotografie, nato e cresciuto in quelle terre.

La mostra è inoltre impreziosita da dipinti, disegni e carboncini realizzati dall’artista Francesca Borro, affascinata dall’Etiopia e dalla sua cultura.

Il visitatore potrà così muoversi nel tempo e nello spazio ammirando le meraviglie di quei luoghi dove – come ha detto Carlo Franchini – il passato si mescola al presente, la curiosità alimenta il gusto per l’avventura, la bellezza trova il suo perfetto compimento nella diversità.

La mostra sarà visitabile fino al 29 aprile 2018.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.