Festival di Sanremo 2021: Mara Venier protagonista di siparietti divertenti o di violenza verbale?

0
Festival Di Sanremo 2021 Mara

Festival di Sanremo 2021: Mara Venier protagonista di siparietti divertenti o di violenza verbale? - ilvaporetto.com

Il Festival di Sanremo è sempre stato uno degli eventi più attesi dell’anno, un momento di celebrazione della musica italiana. Ma quest’anno, oltre alle canzoni e alle esibizioni, c’è stato anche spazio per scandali e critiche. E al centro di tutto, c’è stata la conduttrice di “Domenica In”, Mara Venier.

Durante lo speciale condotto dal Teatro Ariston, Mara Venier è stata protagonista di alcuni siparietti con i cantanti ospitati. Uno dei momenti più discussi è stato con Gazzelle, il cantautore romano che si è presentato sul palco con i suoi eterni occhiali. La “zia Mara” non ha potuto fare a meno di chiedere: “Ma perché hai sempre ‘sti occhiali? Un po’ come Dargen D’Amico”. La risposta di Gazzelle è stata ironica: “Perché non ho gli occhi”. Mara Venier ha continuato a scherzare sul tema degli occhi, definendoli “belli, castani, anche pungenti”. Ma il cantante ha risposto candidamente: “Ho visto occhi migliori”. Una reazione onesta che ha sorpreso molti.

Un altro momento di critica è stato durante la performance di Dargen D’Amico. La conduttrice si è focalizzata sulle scarpe “da papero” dell’artista, addirittura abbassandosi per toccare prima i polpacci e poi le gambe. La reazione di Dargen è stata di spiazzamento, ma ha accettato il gesto con un semplice “Tocca pure”. Durante l’esibizione di Annalisa, Mara Venier si è scatenata in una danza che è stata ribattezzata sui social come “boomer dance”, una scelta di movimenti che ha incuriosito il pubblico.

Ma la polemica più accesa riguarda Mahmood, il vincitore dell’edizione 2019 del Festival di Sanremo. Durante una delle sue esibizioni, il cantante ha indossato dei pantaloni con le mutande a vista, scelta che ha immediatamente attirato l’attenzione di Mara Venier. La conduttrice non ha potuto fare a meno di commentare: “Amore, perdi i pantaloni, perdi le braghe, mi rimani in mutande. No, ma gira un po’?”. Un gesto che ha sollevato diverse critiche.

Tra le critiche più severe c’è quella del consigliere regionale della Toscana, Iacopo Melio, che ha definito il gesto di Mara Venier una forma di violenza. Nel suo post sui social, Melio ha scritto: “Io credo che un gesto simile, rafforzato da un discorso simile, sia a suo modo una forma di violenza a prescindere dal genere di chi lo compie. O comunque una legittimazione. E se far notare questo significa essere pesanti e ‘non sapersi fare una risata’, pazienza, preferisco ‘rischiare’ di portare rispetto una volta in più”.

In conclusione, il Festival di Sanremo 2021 è stato un mix di divertimento e polemiche, con la presenza di Mara Venier al centro dell’attenzione. Mentre alcuni vedono i suoi siparietti come momenti di leggerezza e allegria, altri criticano questi gesti come forme di violenza verbale. L’importante è che la musica italiana continui a essere celebrata e che le voci dei cantanti emergenti trovino il giusto riconoscimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *