Festival di Sanremo: le prime pagelle dopo la prima serata

0
Festival Di Sanremo Le Prime

Festival di Sanremo: le prime pagelle dopo la prima serata - ilvaporetto.com

Chi è riuscito a conquistare il pubblico nella prima serata del Festival di Sanremo? E chi invece ha deluso le aspettative? Scopriamolo insieme con le pagelle delle canzoni in gara, ascoltate nell’ordine di esibizione.

CLARA – Diamanti grezzi – 6,5

Diamante grezzo che promette bene. Clara canta bene e ha una buona presenza sul palco. Lanciata da Mare Fuori e vincitrice di Sanremo Giovani, il futuro sembra promettente per lei. Tuttavia, sarebbe bene trovare un pizzico di originalità in più.

SANGIOVANNI – Finiscimi – 5

Qualcosa in più serviva per tornare all’Ariston. Nonostante il titolo non sia un invito a sparare sul cantante, Sangiovanni si impegna al massimo. Tuttavia, la canzone non raggiunge vette elevate ed è necessario qualcosa in più per lasciare un’impressione duratura.

FIORELLA MANNOIA – Mariposa – 7,5

Il festival delle donne per le donne. Fiorella Mannoia mette tutta la sua voce, passione e classe in questa canzone con ritmi latini. Rispecchiando uno dei temi a lei cari, quello dell’affermazione delle donne, si è presentata in modo ironico e scalza al Fantasanremo.

LA SAD – Autodistruttivo – 6

Un look improbabile al servizio di una buona causa. Il look colorato e stravagante del trio ha lasciato il pubblico di Rai1 perplesso, ma la band ha sostenuto una buona causa, appoggiando Telefono Amico e sensibilizzando sulla salute mentale e i suicidi.

IRAMA – Tu no – 7+

Sempre un valore sicuro al Festival. Nonostante le sfide dello smart working e della quarantena, Irama non delude. Il suo brano, con una voce potente e precisa, cresce ad ogni ascolto.

GHALI – Casa Mia – 7

Un pezzo politico sotto l’elettropop mascherato. Ghali prende posizione contro la guerra in una canzone che si nasconde dietro una maschera elettropop rassicurante. Il risultato è un pezzo politico che guarda il mondo dal punto di vista di un alieno.

NEGRAMARO – Ricominciamo tutto – 7

I Negramaro presentano se stessi. I Negramaro si presentano con un brano inconfondibile che porta la loro firma. Anche se alcuni speravano in qualcosa di diverso, la canzone mantiene il loro stile ballabile con un tocco di Coldplay.

ANNALISA – Sinceramente – 7+

Il tormentone è diventato il suo marchio di fabbrica. Annalisa prova ancora una volta a far breccia nel cuore del pubblico con il suo tormentone. È difficile resistere al ritornello martellante “quando, quando, quando”.

MAHMOOD – Tuta Gold – 7

Un’arte a 360 gradi. Mahmood è un artista completo che non si limita solo alla canzone, ma crea performance coinvolgenti. Nonostante potrebbe non conquistare la sua terza vittoria, non delude mai.

DIODATO – Ti muovi – 6,5

Una dolce carezza per i romantici. Diodato torna all’Ariston con un brano raffinato e poetico. Anche se non ha la stessa potenza di “Fai Rumore”, è comunque una dolce carezza che scalda il cuore dei più romantici.

LOREDANA BERTE’ – PAZZA – 8

Un manifesto autobiografico graffiante. Loredana Berte si ama, a prescindere. E lo dimostra con questo manifesto autobiografico dal potente graffio rock. Un pezzo che ci fa perdonare tutto.

GEOLIER – I p’ me, tu p’ te – 6,5

La dignità del napoletano sul palco di Sanremo. Nonostante le polemiche sulla lingua napoletana, Geolier porta la sua dignità al Festival. Anche se il suo look è discutibile, il linguaggio musicale non conosce confini.

ALESSANDRA AMOROSO – Fino a qui – 6+

Il dolore e l’odio social trasformati in musica. Alessandra arriva a Sanremo con un pesante bagaglio di dolore e odio social. Vuole trasmettere tutta la sua rivalsa contro gli haters.

THE KOLORS – Un ragazzo una ragazza – 6,5

Il tormentone della prossima estate? Proviamo a indovinare quale sarà il tormentone della prossima estate? Potrebbe essere questo?

ANGELINA MANGO – La Noia – 7-

Un’esibizione energica e coinvolgente. Angelina Mango si appropria del palco e si guadagna gli applausi del pubblico. Anche se il cognome potrebbe sembrare un fardello, lei lo porta con orgoglio sulle sue spalle.

Fonte: [Nome della fonte]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *