Giorgia Meloni risponde su migranti, antisemitismo, Elon Musk

0
Giorgia Meloni Risponde Su Mig

Giorgia Meloni risponde su migranti, antisemitismo, Elon Musk - ilvaporetto.com

Giorgia Meloni risponde alle domande dei giornalisti

Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha finalmente risposto alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa programmata per la fine dell’anno scorso, ma rinviata due volte a causa dei suoi problemi di salute. Durante l’incontro, Meloni si è detta disponibile a confrontarsi con Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico, affermando: “Sì, è giusto che il presidente del Consiglio dei Ministri si confronti con il leader dell’opposizione prima della campagna elettorale per le elezioni europee“. Inoltre, ha sottolineato la sua disponibilità a discutere, nonostante le divergenze di opinione, sul tema della condizione femminile: “Non mi sono mai sottratta e non lo farò stavolta, anche se sa come la penso sul tema della condizione femminile“.

La posizione di Meloni sui migranti

Riguardo alla questione dei migranti, Meloni ha espresso il suo parere sul Patto di migrazione e asilo, definendolo “migliore dei precedenti” e sottolineando l’importanza di un impegno condiviso da parte di altri Paesi per la redistribuzione. Ha inoltre evidenziato l’importanza di affrontare il problema dei migranti non solo una volta giunti in Europa, ma anche lavorando preventivamente, sottolineando l’importanza di un approccio che miri a sviluppare l’Africa e a creare legami reciproci con l’Europa: “L’Africa è un continente potenzialmente ricchissimo, soprattutto di materie prime critiche. Quello che non ha funzionato è un approccio paternalistico, quando non predatorio, anche da parte dell’Europa“.

Meloni su antisemitismo e gestazione per altri

Meloni ha anche affrontato il tema dell’antisemitismo contemporaneo, evidenziando la necessità di una riflessione sulle forme mascherate di antisemitismo presenti nella società contemporanea. Ha sottolineato l’importanza di lavorare sul piano culturale per contrastare queste forme di odio. Infine, in merito alla presenza di Elon Musk ad Atreju, padre di bambini nati tramite gestazione per altri, Meloni ha ribadito la sua posizione contraria a questa pratica, sottolineando che i bambini non dovrebbero essere considerati merce da acquistare o vendere: “Non penso che pagare una donna povera per mettere al mondo un figlio che poi viene venduto sia progresso: l’ho sempre vista così continuo a vederla in questo modo, e sono contenta se il Parlamento approva la legge che prevede che la maternità surrogata sia un reato perseguibile anche se commesso all’estero“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *