Giovanni Allevi torna a suonare a Sanremo dopo la lotta contro un tumore

0
Giovanni Allevi Torna A Suonar

Giovanni Allevi torna a suonare a Sanremo dopo la lotta contro un tumore - ilvaporetto.com

Emozioni intense hanno pervaso la seconda serata del 74esimo Festival di Sanremo quando Giovanni Allevi, il popolare pianista e compositore italiano, è tornato a calcare il palco dopo una pausa di quasi due anni. Allevi sta combattendo contro un mieloma multiplo, un tumore del sangue particolarmente aggressivo. L’annuncio della malattia è avvenuto nel giugno del 2022 e da allora il musicista ha intrapreso un percorso di cure che lo ha debilitato fisicamente ma non mentalmente. Il Teatro Ariston, ha spiegato Amadeus, rappresenta per lui il “palco della ripartenza”.

Amadeus ha introdotto Allevi definendolo “un bravissimo compositore, pianista italiano di fama internazionale, scrittore e filosofo”. Ha sottolineato la sua capacità di meravigliare e meravigliarsi, oltre a elencare i numerosi palchi che Allevi ha calcato in tutto il mondo. L’ha definito come una luce seguita dal buio, riferendosi alla terribile malattia che lo ha costretto a sospendere la sua attività musicale per curarsi. Nonostante il lungo percorso e le sfide ancora da affrontare, Allevi è tornato a esibirsi di fronte al suo pubblico.

Allevi ha raccontato del momento in cui tutto ha crollato per lui. Durante un concerto a Vienna, il dolore alla schiena era così intenso che non riusciva nemmeno ad alzarsi dallo sgabello per applaudire. A quel tempo, non sapeva ancora di essere malato. Poi è arrivata la diagnosi pesante e da quel momento ha guardato il soffitto con la sensazione di avere una febbre a 39 gradi per un anno intero.

Nonostante le perdite subite, Allevi ha sottolineato di non aver perso la speranza e la voglia di immaginare. Ha condiviso un episodio che lo ha fatto riflettere sul valore dei numeri e dell’essenza della sua arte. Durante un concerto, ha notato una poltrona vuota, cosa che lo ha colpito profondamente. Ha poi rivelato che all’inizio della sua carriera suonava davanti a un pubblico molto ridotto, ma era felicissimo di farlo. Oggi, dopo la malattia, non sa cosa darebbe per suonare davanti a solo 15 persone. Per Allevi, i numeri non contano più.

Uno dei doni che la malattia gli ha portato è la gratitudine verso la bellezza del mondo. Ha apprezzato albe e tramonti osservati dalle stanze degli ospedali, riconoscendo la differenza tra i colori dell’alba e del tramonto. Ha ringraziato i medici, gli infermieri e tutto il personale ospedaliero per il loro talento e impegno. Ha espresso gratitudine anche per la ricerca scientifica, senza la quale non sarebbe sopravvissuto. La sua famiglia e gli altri pazienti sono una fonte di forza, affetto ed esempio per lui.

Allevi ha invitato il pubblico a celebrare insieme a lui e suonare di nuovo il pianoforte davanti agli spettatori. Nonostante le sue difficoltà fisiche, ha promesso di suonare con tutta l’anima, poiché non può più contare solo sul suo corpo. Amadeus ha concluso che è stato uno dei momenti più belli del Festival di Sanremo e ha ringraziato Allevi per l’emozioni che ha regalato al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *