Il portale d'informazione della tua città

Grand Tour – La Certosa di San Martino

0 3.757

“La croce resta ferma mentre il mondo gira.”

 -Motto dei frati certosini-

A due passi da Castel Sant’Elmo, sorge sulla collina del Vomero la Certosa Di San Martino, uno dei complessi monumentali più importanti e più belli della città. Dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità fu fondata nel 1325 da Carlo duca di Calabria, primogenito di Roberto D’Angiò, ed eretta in posizione strategica sulla città, lì dove domina con una vista completa e panoramica l’intero golfo di Napoli. Della prima architettura gotica restano ben pochi elementi, il monastero è stato più volte ristrutturato subendo infine gli influssi barocchi del seicento. I lavori per il rifacimento del complesso furono affidati, tra gli altri, a Cosimo Fanzago, scultore e architetto bergamasco che accrebbe le sue fortune proprio a Napoli e, infine, all’architetto Tagliacozzi Canale.

La Certosa fu la silenziosa dimora dei monaci certosini sin dal 1337, un rapporto piuttosto tormentato quello tra il complesso e l’ordine religioso che vide diverse alternanze nel corso dei secoli con l’espulsione dei certosini in diversi periodi storici fino al 1866, anno in cui furono definitivamente respinti per lasciare spazio al nuovo museo della storia cittadina. La certosa ospita una collezione d’inestimabile valore di opere napoletane che vanno dal periodo borbonico fino al periodo postunitario con sezioni dedicate all’arte navale napoletana, al presepe settecentesco, al teatro e alla vita mondana del ottocento. Di notevole bellezza è la chiesa, ornata da decorazioni di livello assoluto e arricchita da dipinti di autori come Battistello Caracciolo e Massimo Stanzione e sculture di Giuseppe Sanmartino e Lorenzo Vaccaro. Un capitolo a parte meriterebbe il Chiostro Grande, esempio di opera seicentesca napoletana, circondato da una moltitudine di colonnati e arricchito da busti, statue e pozzi. Il giardino presenta inoltre il cimitero dei certosini con particolari balaustre in marmo decorate da teschi realizzati dallo stesso Fanzago.

Ma le sorprese non termineranno all’interno del complesso monumentale, la Certosa di San Martino offre uno splendido giardino a terrazze che abbraccia tutta la collina del Vomero fino al corso Vittorio Emanuele, un luogo unico e suggestivo dove si gode di una vista da incanto sull’intera città.

Orari visite: aperto tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 8,30 alle 19,30.

Prezzi: 6 euro intero; 3 euro ridotto.

Come arrivarci: dalla stazione Garibaldi linea 1 fino a Toledo e funicolare centrale a piazzetta augusteo fino a Piazza Fuga, oppure linea 1 fino a Vanvitelli e proseguire a piedi.

data=U4aSnIyhBFNIJ3A8fCzUmaVIwyWq6RtIfB4QKiGq_w,I6jbN9n9gpaVlBZr1RDr9ou7xSQSPLRk_c3ctDVM1_AIO7XujuUHvbDbnpHcVoq-4OesPAQ7MsCY2n98BSaNmWaaV8ODJ8S0SCeg4EvcqgMAJO5gBSbeOtXO-yq9LNX5rEboPer maggiori informazioni consultare il sito:

http://www.polomusealenapoli.beniculturali.it/museo_sm/museo_sm.html

Diventa fan del Vaporetto, clicca qui e seguici sulla nostra pagina ufficiale!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.