Il processo per l’omicidio di Giulia Tramontano: la difesa punta a evitare l’ergastolo

0
Il Processo Per Lomicidio Di

Il processo per l'omicidio di Giulia Tramontano: la difesa punta a evitare l'ergastolo - ilvaporetto.com

Il processo per l’omicidio di Giulia Tramontano inizierà il 18 gennaio a Milano

Il processo per l’omicidio di Giulia Tramontano vedrà Alessandro Impagnatiello imputato per l’omicidio della giovane. Il processo inizierà il 18 gennaio in Corte d’Assise a Milano. La difesa cercherà di evitare l’ergastolo per l’imputato, puntando a richiedere una perizia psichiatrica che possa stabilire se al momento del delitto fosse capace di intendere e di volere. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, le avvocate dell’imputato, Giulia Geradini e Samanta Barbaglia, cercheranno di evitare l’ergastolo per Alessandro Impagnatiello. L’accusa sostiene la lucidità dell’assassino, che ha confessato il delitto e ha fatto ritrovare il cadavere di Giulia. Ora Alessandro deve rispondere di omicidio aggravato dai futili motivi, dalla crudeltà, dal vincolo della convivenza e dalla premeditazione.

Il gip esclude la premeditazione per Alessandro Impagnatiello

Il giudice del caso, Antonella Bertoja, esclude la premeditazione nell’omicidio di Giulia Tramontano. Alessandro Impagnatiello è stato visitato da un consulente psichiatrico in carcere a San Vittore. La madre di Alessandro ha dichiarato: “Mio figlio è un mostro, non so se lo rivedrò”. Il presidente della Corte d’Assise che dovrà decidere eventualmente una perizia psichiatrica è Antonella Bertoja, già presidente della Corte che giudicò Massimo Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio. Il delitto di Giulia è avvenuto il 27 maggio e il 18 gennaio saranno passati 236 giorni dal delitto. Le indagini sono proseguite a lungo per trovare riscontri alle aggravanti, come le ricerche online che Alessandro ha effettuato su come uccidere un feto con il veleno o la somministrazione di un topicida alla vittima. I pubblici ministeri probabilmente chiederanno di ascoltare l’altra donna con cui il barman aveva una relazione.

La confessione di Alessandro Impagnatiello

Alessandro Impagnatiello ha confessato il delitto e ha tentato di dare fuoco al corpo di Giulia Tramontano. Ha dichiarato: “L’ho accoltellata due o tre volte”. La giovane è stata uccisa al settimo mese di gravidanza. La difesa cercherà di evitare l’ergastolo per Alessandro Impagnatiello durante il processo che inizierà il 18 gennaio a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *