Indagata Chiara Ferragni per truffa pandoro-gate Balocco

0
Indagata Chiara Ferragni Per T

Indagata Chiara Ferragni per truffa pandoro-gate Balocco - ilvaporetto.com

Chiara Ferragni indagata per truffa aggravata

La notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati di Chiara Ferragni per truffa aggravata è emersa nella serata di lunedì 8 gennaio. La Guardia di Finanza ha depositato una relazione in merito al pandoro-gate, acquisendo nuovi documenti presso la sede della Balocco. In risposta a ciò, l’influencer ha dichiarato: “Ho piena fiducia nella magistratura”.

Svolta nell’inchiesta della Procura di Milano

L’iscrizione nel registro degli indagati di Chiara Ferragni è avvenuta nell’ambito dell’indagine della Procura di Milano sul caso del pandoro ‘Pink Christmas’ prodotto dalla Balocco e griffato dalla stessa Ferragni. Insieme a lei, è indagata anche Alessandra Balocco, presidente e amministratore delegato dell’azienda piemontese. Il reato ipotizzato è “truffa aggravata dalla minorata difesa dei consumatori in quanto commessa con il sistema informatico”. La relazione depositata dalla Guardia di Finanza ha modificato la prospettiva accusatoria dell’indagine, passando da frode in commercio a truffa. Gli inquirenti intendono ascoltare la versione dei fatti di tutti i protagonisti della vicenda, incluso Chiara Ferragni.

Nuova prospettiva sull’indagine

La Procura di Milano ha valutato la nuova prospettiva offerta dall’annotazione della Guardia di Finanza, che valorizza alcune email scambiate per programmare la campagna di promozione del pandoro. Questo ha portato all’ipotesi del reato di truffa e alle prime iscrizioni nel registro degli indagati. Gli investigatori hanno depositato una prima annotazione al procuratore aggiunto Eugenio Fusco, riguardante il caso del pandoro, che ha già portato a una maxi multa per l’imprenditrice e per l’azienda di Cuneo. Altre Procure hanno contattato i pm milanesi annunciando che trasmetteranno gli atti delle loro inchieste nel capoluogo lombardo, tutte nate a seguito di esposti del Codacons. In risposta alle accuse, Chiara Ferragni ha dichiarato: “Sono serena, perché ho sempre agito in buona fede e sono certa che ciò emergerà dalle indagini in corso. Ho piena fiducia nell’attività della magistratura e con i miei legali mi sono messa subito a disposizione per collaborare e chiarire ogni dettaglio di quanto accaduto nel più breve tempo possibile. Sono, invece, profondamente turbata per la strumentalizzazione che una parte dei media sta realizzando, anche diffondendo notizie oggettivamente non rispondenti al vero”.

Questo articolo ha fornito un resoconto della situazione attuale riguardante l’indagine su Chiara Ferragni e il pandoro-gate, evidenziando le nuove prospettive dell’inchiesta e le reazioni dell’influencer alle accuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *