Indagine magistrati su pandoro rosa e uova Pasqua: Ferragni coinvolta

0
Indagine Magistrati Su Pandoro

Indagine magistrati su pandoro rosa e uova Pasqua: Ferragni coinvolta - ilvaporetto.com

Aperta inchiesta su Chiara Ferragni e il pandoro rosa

Un nuovo sviluppo nella vicenda del pandoro rosa coinvolge Chiara Ferragni e la Balocco. I magistrati di Trento hanno aperto un fascicolo sull’argomento, in linea con le azioni intraprese dalle procure italiane. Al momento, non si ipotizzano reati da parte degli inquirenti trentini, così come quelli di Cuneo e Prato. Tuttavia, a Milano, i pubblici ministeri hanno delegato le indagini alla Guardia di Finanza, e potrebbe presto essere avviata un’inchiesta per frode in commercio.

L’esposto del Codacons

L’apertura dei procedimenti è stata avviata in seguito all’esposto presentato dal Codacons, nonché da altri 101 uffici giudiziari. Si ipotizza il reato di truffa aggravata ai danni dei consumatori. La questione riguarda l’acquisto nel 2022 del Pandoro Pink Christmas, che avrebbe dovuto contribuire a una donazione a favore dell’ospedale Regina Margherita di Torino. Tuttavia, si è scoperto che la Balocco aveva già effettuato un’analoga donazione, e che il prezzo di vendita del pandoro era notevolmente superiore a quello di mercato. Il Codacons ha sottolineato che l’acquisto avrebbe dovuto contribuire a una donazione e che Chiara Ferragni avrebbe partecipato all’iniziativa, circostanza risultata non veritiera.

Inchiesta a Milano nella fase più avanzata

A Milano, l’inchiesta esplorativa è giunta alla fase più avanzata. Il nucleo di polizia economico-finanziaria sta acquisendo la documentazione raccolta dall’Antitrust nella vicenda. L’autorità garante della concorrenza ha inflitto una multa di oltre un milione di euro e ha raccolto una vasta mole di materiale. La Guardia di Finanza richiederà diversi giorni per esaminare l’intera documentazione e redigere una relazione da consegnare alla procura.

Il capitolo uova di Pasqua di Dolci Preziosi

L’attività dei pubblici ministeri di Milano riguarda anche il capitolo uova di Pasqua di Dolci Preziosi. L’azienda con sede a Bari ha versato a Chiara Ferragni un compenso di 500.000 euro nel 2021 e 700.000 euro nel 2022. Tuttavia, a differenza del caso del pandoro rosa, il prezzo delle uova pasquali non è stato maggiorato.

Gli attacchi sui social

Sui social media, l’ironia e l’attacco di migliaia di utenti nei confronti di Chiara Ferragni continuano da diversi giorni, con meme e post. L’influencer si è scusata sul suo profilo riguardo al caso del Pink Christmas e, dopo essersi chiusa nel silenzio per diversi giorni, ha ammesso “un errore di comunicazione” in un video visualizzato da oltre quaranta milioni di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *