Influenza in aumento: 7 milioni di italiani a letto, picco di casi tra i bambini

0
Influenza In Aumento 7 Milion

Influenza in aumento: 7 milioni di italiani a letto, picco di casi tra i bambini - ilvaporetto.com

Influenza in Aumento: Record di Casi in Italia

Istituto superiore di Sanità: “Sono quasi 7 milioni gli italiani messi a letto finora a causa dell’influenza, con un milione di casi solo tra Natale e Capodanno. I ritardi di notifica causati dalle festività di fine anno potrebbero far lievitare il numero reale di contagi. Le scuole potrebbero contribuire a una circolazione sostenuta dei virus respiratori nelle prossime settimane.”

La direttrice del Dipartimento Malattie infettive dell’Iss, Anna Teresa Palamara, avverte che la stagione influenzale potrebbe facilmente battere il record dell’anno scorso, con un’incidenza particolarmente alta tra i bambini piccoli. Tuttavia, al momento non sembrano emergere segnali di maggiore aggressività del virus influenzale.

Covid in Rallentamento, ma Problemi con le Vaccinazioni

Secondo il monitoraggio del ministero della Salute e dell’Iss, l’indice di trasmissibilità del Covid è sotto soglia epidemica, con un calo dei contagi segnalati e dei ricoveri. Tuttavia, sono in aumento i decessi, e la copertura vaccinale quest’anno è ampiamente insoddisfacente. La direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Francesco Vaia, spiega che l’andamento epidemiologico si consolida come poco impattante sui ricoveri ospedalieri, ma invita a mantenere i presidi di prevenzione e terapeutici per i più fragili.

Efficacia del Vaccino Anti-Covid e Raccomandazioni in Spagna

Nonostante i gravi ritardi e il rifiuto generale al vaccino anti-Covid, uno studio ha confermato un’efficacia del 70,7% contro il ricovero e del 73,3% dalle cure in terapia intensiva. Intanto, di fronte al boom di casi di Covid e influenza, la ministra della Salute Monica Garcia in Spagna ha invitato «ad avere sempre a portata di mano la mascherina» da indossare negli ambienti affollati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *