La moda a Sanremo: l’importanza dello stylist

0
La Moda A Sanremo Limportanz

La moda a Sanremo: l'importanza dello stylist - ilvaporetto.com

Può sembrare la stessa cosa, ma lo stylist è una figura ben diversa dallo stilista. Mentre quest’ultimo crea abiti e collezioni, lo stylist si occupa di vestire modelle e modelli per sfilate, o di scegliere i look per personaggi famosi e servizi di moda commissionati. La stylist Silvia Ortombina, conosciuta come Tiny Idols, è una delle professioniste più gettonate del settore in Italia.

Tiny Idols, classe 1982 e originaria di Peschiera del Garda, ha una profonda passione per la moda sin da bambina. Crescendo in una famiglia dove la madre e la sorella avevano un’azienda di tessuti tecnici sul lago di Garda e la nonna amava cucire e lavorare a maglia, ha sviluppato una grande sensibilità per lo stile e la composizione dei vestiti.

Nel corso della sua carriera, Tiny Idols ha collaborato con artisti molto noti come Elodie, Salmo, Coez, Sfera Ebbasta e i Club Dogo, solo per citarne alcuni. Quest’anno tornerà sul palco dell’Ariston per vestire il rapper Il Tre. Ma qual è la chiave per creare un look che “spacca” a Sanremo?

Secondo Tiny Idols, l’approccio varia per ogni artista. “Ogni artista va trattato in modo unico ed ha bisogno di un metodo che si plasma sulla sua natura”, afferma. “Bisogna partire da un confronto diretto e trasparente, basandosi sul rapporto dell’interprete con il palco per capire come si immagina nella performance.”

Dopo un brainstorming iniziale e la definizione di una strategia di branding, Tiny Idols presenta all’artista alcune ispirazioni legate agli statement o alle future collezioni. È importante cercare di tradurre visivamente il messaggio che l’artista vuole comunicare con la sua performance sul palco di Sanremo.

Infatti, la moda al Festival di Sanremo ha una grande importanza. “Sanremo è il palco per eccellenza del nostro paese”, spiega Tiny Idols. “Qui si può inseguire o sfidare il senso comune, creando icone e cortocircuiti visivi memorabili. La moda a Sanremo diventa cultura, trend, linguaggio popolare.”

Per l’artista Il Tre, Silvia Ortombina ha scelto lavorazioni di cracked, trasparenze frammentate, rotture, raw cut e distressed, per un look più street in linea con il messaggio del brano Fragili. Alcune serate saranno curate con look selezionati dalla recente runway Diesel di Glenn Martens, mentre altre sfoggeranno i modelli custom del brand di maglieria italiano LANEUS, disegnati appositamente per l’occasione.

Silvia Ortombina, inoltre, ha fondato il collettivo creativo Tiny Idols dopo anni di collaborazioni come freelance. Ha lavorato con artisti italiani di grande calibro come Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Biagio Antonacci, Gianna Nannini, Fedez, J-Ax, Levante, Elodie, Marracash, Hell Raton, Don Joe, Madame e Club Dogo, solo per citarne alcuni. Ha curato i costumi per format come X Factor, MTV Awards, Red Bull Sound Clash, portando gli artisti anche a Sanremo e all’Eurovision. Numerosi sono i brand che si sono affidati a lei per campagne e contenuti, tra cui Rayban, Persol, Puma, Nike, Adidas e molti altri.

La moda a Sanremo non è solo una questione di abiti, ma una forma di espressione culturale e sociale. E grazie a stylist come Silvia Ortombina, gli artisti sul palco dell’Ariston hanno la possibilità di creare look indimenticabili e di lasciare il segno nel panorama della moda italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *