La rapida ascesa di Jacob Elordi: il nuovo Richard Gere o un fenomeno passeggero?

0
La Rapida Ascesa Di Jacob Elor

La rapida ascesa di Jacob Elordi: il nuovo Richard Gere o un fenomeno passeggero? - ilvaporetto.com

Il giovane attore australiano Jacob Elordi sta vivendo un periodo di grande successo e popolarità. Dopo essere diventato famoso grazie al suo ruolo nella serie “Euphoria”, Elordi ha conquistato un seguito di fan sempre più numeroso. Con il suo aspetto mascolino e carismatico, molti lo considerano il nuovo Paul Newman o addirittura il nuovo Richard Gere.

La regista Sofia Coppola ha raccontato che, durante il casting per il suo film “Priscilla”, tutte le signore presenti nel ristorante si sono voltate verso di lui appena è entrato. Coppola ha ritenuto che Elordi abbia un’aura magnetica che ricorda quella di Elvis Presley, ed è per questo che gli ha affidato la parte. Secondo Coppola, Elordi ha una “super mascolinità” che è difficile trovare negli attori contemporanei.

Ma la strada verso il successo non è stata facile per Elordi. Nato a Brisbane nel 1997, è stato incoraggiato dalla sua famiglia a perseguire la carriera di attore nonostante le critiche che riceveva per la sua altezza . Dopo aver fatto da comparsa in “Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar” nel 2017, Elordi ha ottenuto una parte importante nella trilogia “The Kissing Booth” su Netflix nel 2018.

Nonostante il suo successo tra i giovani grazie alla serie “Euphoria”, è stato il film “Saltburn” a dargli il titolo di superstar globale. Nel film, Elordi interpreta il ruolo di un aristocratico studente di Oxford e la sua performance ha ricevuto molti apprezzamenti, anche se alcune persone lo hanno oggettificato in modo volgare. Questo prezzo della celebrità ha anche portato ad una serie di prodotti di merchandising a lui dedicati, come candele profumate e poster.

Con milioni di follower su Instagram e un’agenzia che stima un guadagno di $42,000 per ogni post sponsorizzato, Elordi sembra destinato a diventare una star di Hollywood. Ha già vinto un premio BAFTA e presto interpreterà Frankenstein nel remake di Guillermo del Toro. Addirittura, il regista Paul Schrader ha affermato che Elordi avrebbe potuto essere il protagonista di “American Gigolò” 40 anni fa e che ha le qualità di una vecchia gloria del cinema.

Ma è davvero il nuovo Richard Gere o è solo un fenomeno passeggero? Solo il tempo dirà se la carriera di Jacob Elordi continuerà a brillare o se si spegnerà presto come una stella cadente. In ogni caso, per ora sembra che il giovane attore sia sulla strada giusta per lasciare il segno nel mondo del cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *