La scoperta dei tesori nascosti dell’antica Roma

0
La Scoperta Dei Tesori Nascost

La scoperta dei tesori nascosti dell'antica Roma - ilvaporetto.com

La decifrazione dei papiri di Ercolano grazie all’intelligenza artificiale

Ti sei mai chiesto cosa si nasconde dietro i misteri del passato? Grazie all’intelligenza artificiale e al lavoro di tre brillanti ricercatori, Youssef Nader, Luke Farritor e Julian Schilliger, i segreti dei papiri di Ercolano, carbonizzati durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., sono stati finalmente svelati.

L’iniziativa, conosciuta come Vesuvius Challenge, è stata lanciata dieci mesi fa dal docente di informatica Brent Seales dell’Università del Kentucky. Seales, esperto nell’utilizzo della tomografia a raggi X e dell’intelligenza artificiale per la decifrazione di documenti antichi danneggiati, ha trovato il sostegno di due imprenditori della Silicon Valley, Nat Friedman e Daniel Gross.

Il team formato dai tre giovani ricercatori ha superato la concorrenza, composta da circa 1.500 informatici, e ha rivelato per la prima volta interi brani dedicati alla musica, al cibo e ai piaceri della vita. Questo significa una svolta nello studio del mondo classico e apre nuove prospettive per la comprensione della cultura dell’antica Roma.

Il premio principale del Vesuvius Challenge, del valore di 700.000 dollari, è stato vinto dal team dei ricercatori, ma la loro scoperta non si ferma qui. Oltre ai quattro passaggi di un papiro da 140 caratteri ciascuno richiesti dal concorso, Nader, Farritor e Schilliger sono riusciti a decifrare anche altri 11 colonne di testo, per un totale di oltre 2.000 caratteri.

“Quello che abbiamo svelato finora rappresenta solo il 5% di un papiro”, afferma Nat Friedman sulla piattaforma X. “Nel 2024, il nostro obiettivo è passare dalla lettura di pochi passaggi di testo a interi rotoli”. Inoltre, la squadra ha annunciato un nuovo premio da 100.000 dollari per la prima squadra che sarà in grado di leggere almeno il 90% di tutti e quattro i rotoli che sono stati scansionati.

Questa straordinaria scoperta getta nuova luce sulla storia dell’antica Roma e apre la strada a ulteriori ricerche e studi. La capacità di decifrare questi antichi papiri attraverso l’intelligenza artificiale è un esempio di come la tecnologia possa svelare i segreti del passato e arricchire la nostra comprensione del mondo antico.

(Fonte: ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *