Il portale d'informazione della tua città

Libertà – I racconti del Vaporetto

Scorci di emozioni nel sentirsi liberi

0 914

Libertà è svegliarsi al mattino accanto alla persona che ami; libertà è correre all’alba lungo il fiume ascoltando la musica della vita; libertà è gioire per il caffè che non hai bruciato; libertà è perdersi nella vista dell’orizzonte senza pensare al domani; libertà è andare al parco con il nonno che ti asciuga il sudore dopo una partita di calcio; libertà è poter esprimere i sentimenti senza costrizioni; libertà è riuscire a dire sempre la verità nonostante tutto; libertà è una cena con gli amici di sempre raccontando vecchie storie e le marachelle fatte al liceo; libertà è non rispondere a quella chiamata che ti fa stare male, ti fa soffrire; libertà è rincontrare la tua prima cotta mentre sei con la donna della tua vita e sorridere; libertà è fare l’amore con la colonna sonora che ha accompagnato tutta la tua esistenza; libertà è esprimere le proprie convinzioni e le proprie idee senza remore; libertà è scegliere gli arredi del nuovo appartamento in provincia; libertà è assaporare il dolce ipercalorico della zia senza badare alla linea; libertà è passeggiare in riva al mare con il tuo cane alle prese con il primo bagno dell’anno; libertà è trovare la soluzione ad un’enigma mentre sorseggi il cappuccino a colazione; libertà è urlare al mondo le proprie emozioni, i propri sentimenti. Senza limiti; libertà è il sorriso della nonna che ti accarezza il viso con le sue grosse mani; libertà è pubblicare quel libro stipato nell’oblio e nel vortice della mancata volontà; libertà è accompagnare il vicino che ti ha visto crescere a casa del nipote in centro; libertà è la pausa pranzo nella sala mensa con i colleghi; libertà è discutere di sogni e passioni seduti sulle scale della vecchia chiesa; libertà è l’aperitivo al bar con gli amici; libertà è emozionarsi con un film d’autore francese; libertà è guardare le tende ingiallite a quadri mentre ascolti la zia raccontarti dei figli andati fuori città in cerca di fortuna; libertà è leggere poesie di Neruda perdendosi nello splendore del cielo stellato; libertà è poter mandare a quel paese i clienti irrispettosi; libertà è essere chi sei senza paura dei pregiudizi; libertà è guardare la brulla vastità della periferia mentre sei nascosto dietro l’opaco vetro di un bus diretto in fabbrica; libertà è accettare le diversità; libertà è farsi scattare una foto con alle spalle lo straordinario gioco di luci che riflettono sul fiume ai piedi dei cornicioni arrotondati dei vecchi palazzi; libertà è sollevare il coperchio della pentola di domenica mattina rimanendo inebriato dalla potenza esplosiva del ragù; libertà è tenere in braccio i figli dei tuoi migliori amici pensando a quando, insieme, ridevamo al solo pensiero di aver dei bambini; libertà è il cornetto bollente a crema del bar all’angolo, quello non più in voga da un decennio; libertà è farsi una canna ai piedi del grosso marmo; libertà è guardare le vetrine colorate del negozio outlet dietro casa tua; libertà è farsi piacevolmente trafiggere dalla gelida aria del nord europa; libertà è leggere un libro seduto sulla panca immersa nel verde lungo il fiume della città francese ai confini con la Germania; libertà è visitare musei spagnoli resistendo alla calura agostana; libertà è correre su e giù per i ponticelli olandesi a bordo di una sgangherata bicicletta; libertà è osservare le veloci e macchinose movenze di chi, al di là della tua finestra, vive la propria vita; libertà è una spremuta d’arancia senza ghiaccio; libertà è poter esprimere la propria idea di libertà; libertà è amare; libertà è soffrire; libertà è sentirsi liberi a modo proprio. Semplicemente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.