Il portale d'informazione della tua città

L’ora più buia

0 153

La follia non ha volto nè colore. La follia si materializza nell’insanabile proclamo di turno, nelle incertezze di un paese rivoltato da capo a piede, che non ha più controllo e che non conosce più legge. È nelle paranoie della gente, nel populismo dei politici che si scontrano in un campo disarmato da ogni logica e lasciato allo sbaraglio. Dove non si pongono più limiti e dove l’intolleranza è diventata l’unico sentimento.

Ciò che è accaduto oggi a Macerata – dove un uomo vestito dal tricolore ha sparato all’impazzata ferendo 6 persone, di cui due gravi – è l’esatta incoscienza in cui l’italia tutta è sprofondata, e dal quale non risalirà più. Un atto criminale che ha scatenato la solita diatriba cui siamo purtroppo abituati e che è l’unica responsabile della situazione in cui ci troviamo. Forze politiche che si danno battaglia su ciò che è giusto o meno, che strumentalizzano la morte per i propri sporchi scopi, senza dignità nè rispetto per niente, per nessuno. Alleanze e disuguaglianze, schieramenti e proclami nei confronti di vittime e carnefici, ostentando derilanti ipotesi su quanto accaduto, dimenticando ciascuno il fattore fondamentale, l’unico che vale la pena osservare: l’umanità. Il nostro paese ha scordato, o forse non ha mai capito il significato del termine ‘umanità’, lo ha indegnamente sostituito con bianco o nero, nord o sud, maschio o femmina. Scatenando la follia di azioni che non dovrebbero avere logica, ma che oggi dettano la logica.

Oggi, come ieri, abbiamo assistito ad una orribile pagina della nostra storia, oggi come ieri abbiamo perso di nuovo. E non perché l’intolleranza in Italia avanza nel suo peggior periodo post fascista, ma perché semplicemente ci è ricaduta, di nuovo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.