Il portale d'informazione della tua città

MANN – Presentazione del romanzo “Souvenir. Per i bastardi di Pizzofalcone” di Maurizio De Giovanni

0 75
Giovedì 16 febbraio, alle ore 17.30, al Museo archeologico Nazionale di Napoli – Presentazione del romanzo “Souvenir. Per i bastardi di Pizzofalcone” di Maurizio De Giovanni – incontro con l’Autore.
Ricordare significa, secondo qualche inguaribile sentimentale, “ripassare dalle parti del cuore”: lo sa bene Maurizio de Giovanni che, in ogni romanzo, riflette memorie sognanti e sospese di una Napoli vivida, carnale, emozionante.
Si parlerà di passato, presente, misteri e passioni venerdì 16 febbraio, a partire dalle 17.30, nella Sala Conferenze del MANN: sarà Maurizio De Giovanni a presentare al pubblico il suo libro “Souvenir. Per i bastardi di Pizzofalcone” in un intrigante dibattito a cura della giornalista Anna Copertino.La presenza dello scrittore partenopeo al MANN sancirà una collaborazione ormai consolidata con il Museo, come sottolinea il Direttore Paolo Giulierini: “Maurizio de Giovanni è un amico dell’Archeologico, oltre ad essere, naturalmente, un interprete autorevole, vivace ed attento della Napoli dei nostri giorni: ogni incontro con questo scrittore è, per noi, un modo per ribadire la necessaria interazione tra le diverse forme di espressione culturale“.

Gli appassionati del thriller e della letteratura made in Naples potranno assistere, dunque, ad un evento speciale, in cui l’istrionico talento di Maurizio de Giovanni accompagnerà il pubblico non soltanto a riscoprire le pagine di un romanzo, ma soprattutto a svelare gli intrighi della nostra Napoli, affascinante metropoli del terzo millennio.”Quando sono al Museo Archeologico, mi sento nel centro storico pulsante che anima i miei libri; nello stesso tempo, respiro le atmosfere di un’Europa dinamica e colta: negli ultimi tempi, infatti, il MANN sta diventando un Museo internazionale, all’avanguardia per ciò che attiene alla tutela ed alla valorizzazione delle raccolte“, afferma l’autore di “Souvenir”.

Con queste premesse, i fan di Maurizio de Giovanni (e non solo) si prepareranno a seguire la particolare lettura di venerdì prossimo: chissà che gli eroi e le immagini della nostra tradizione classica non forniscano allo scrittore nuovi spunti d’ispirazione…
Evento voluto dal Direttore, Paolo Giulierini, ad espressione e continuazione della sua politica di incontro coinvolgimento tra arte antica e moderna. Del romanzo si può dire, senza entrare nella banalizzazione, che è un thriller, non solo nel senso classico del genere, ma nella forma particolare che solo gli scrittori napoletani sanno esprimere. La vicenda (la story board) dell’uomo, ritrovato alla metro, aggredito e percosso che, trasportato in ospedale, entra in coma senza essere riuscito a dire nulla, ha il sapore della letteratura del giallo con tutti i suoi ingredienti; poi entrano in scena i Bastardi di Pizzofalcone, incaricati di indagare sulla vicenda (e qui la napoletanità): sono personaggi in bilico, assorti sovente nella riflessione e nella drammatizzazione delle proprie vicende personali, ma perennemente catapultati nel lavoro che diventa una fuga dal mondo interiore, ostaggio dei sentimenti e delle irrequietezze familiari. Fa da cornice a questo intrecciarsi di parole e pensieri lo scenario di Sorrento, col suo paesaggio naturale, turistico-balneare, ma malinconico, dopo l’estate, in cui le vicende di un lontano passato si riflettono in quelle del presente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.