Il portale d'informazione della tua città

Mobilitazione popolare: basta impianti, ora è tempo di bonifiche

0 89

Appello alla partecipazione per il 28 ottobre – Facciamo appello a tutte le comunità di Terra di Lavoro, ai singoli abitanti, ai comitati ed ai movimenti in difesa dei territori, alle realtà sociali e culturali, a tutte le donne e tutti gli uomini liberi che vogliono bloccare questo piano criminale chiamato “emergenza rifiuti”.

Un piano che da decenni schiaccia il volere delle comunità locali costringendole a doverne pagare tutti i costi. Dalle finte promesse lavorative alle ancor più ipocrite propagande di “utilità e sviluppo” che ai territori nulla danno, e hanno dato, se non morte e devastazione.

La Regione Campania ha dichiarato di nuovo guerra alle comunità di Terra di Lavoro: ben due nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti, uno per l’umido di ingenti dimensioni ed uno per rifiuti tossici e pericolosi, dovrebbero sorgere a Pignataro Maggiore.
In un territorio come il nostro che negli anni ha già dato tanto, troppo, in termini di vivibilità, salute, ambiente ed agricoltura, nasce l’esigenza di una grande data di mobilitazione territoriale, il 28 ottobre, per far arrivare a chi di dovere il chiaro grido delle comunità che qui abitano e qui vogliono vivere, e vivere bene : “BASTAIMPIANTI” senza se e senza ma.

#BASTAIMPIANTI è infatti la parola d’ordine, non un semplice slogan per dire “NO” a nuovi siti sui nostri territori, già pieno zeppo di strutture per il trattamento dei rifiuti, ma un concetto che mette al centro il sacrosanto diritto a veder tutelata l’abitabilità dei territori per il benessere delle comunità: “basta impianti” significa che abbiamo già dato, ora è tempo di bonifiche e risarcimenti.

Da Capua a Teano, partendo da Ilside, per arrivare alla exPozzi e alla Calenia di Sparanise, viviamo un territorio martoriato dalle speculazioni e dalle ecomafie:

– Non abbiamo più bisogno di siti per il trattamento, abbiamo bisogno di bonifiche dei territori e delle nostre vite;

– Abbiamo bisogno di una revoca delle concessioni alle società che sono state colpite dai roghi, per fare in modo che non accadano più disastri;

– Abbiamo bisogno di risarcimenti, prevenzione e presidi medici;

– Abbiamo bisogno di costruire insieme un percorso che ribalti la situazione e che metta al centro non i profitti di pochi ma le esigenze ed i bisogni di tutte le comunità.

Di seguito ripirtiamo il link della mobilitazione: https://www.facebook.com/events/325574757992533/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.