Il portale d'informazione della tua città

Montesanto: Inaugurato il Murales per i Bambini affetti da Patologie Rare

In anteprima le foto del murales dedicato al piccolo Mattia.

0 229

È terminata nella giornata di oggi l’opera «Un muro per Mattia», dell’artista “Diavù”.

Da ormai qualche giorno, in piazza Portamedina a Montesanto, su un vecchio muro, è spuntato improvvisamente il volto di un bambino: è il ritratto del piccolo Mattia, volato via a soli 8 anni a causa di una malattia rara, la sindrome di Sandhoff.

L’idea partorita dai fondatori dell’Associazione, Simona Marrazzo e Francesco Fagnoni, genitori del piccolo Mattia, si pone l’obiettivo di sostenere una raccolta fondi per tutti i bambini affetti da malattie rare e le loro famiglie, così che non restino sole, in questi momenti molti difficili.

La locandina

Il progetto patrocinato dal Comune Metropolitano di Napoli, vede fra le varie la collaborazione con la vicina chiesa di Santa Maria delle Grazie a Montesanto. L’ultimo lavoro di Street Art portato a termine nel napoletano, porta la firma di David Vecchiato, in arte “Diavù”, tra i più noti e attivi Street artist nazionali. Da anni in prima linea nel mondo della Street art, è il curatore del progetto di Street art Muro, museo di urban art di Roma, museo a cielo aperto da lui ideato.

«Mi chiamo Mattia e vorrei tanto giocare nei vicoli di Montesanto con gli altri bambini. Ma il 27 maggio 2015, a 7 anni e mezzo, una malattia rara mi ha portato via»

Sono queste le parole che campeggiano sulla locandina scelta per inaugurare il murales, dedicato al bimbo scomparso tre anni fa nel centralissimo quartiere popolare. Parole toccanti, che insieme al progetto artistico, non passano di certo inosservate per chi attraversa il celebre mercato della Pignasecca. L’opera voluta dall‘Associazione Marrazzo e Fagnoni onlus, è solo l’ultima di una più ricca serie di lavori artistici, donati nel tempo da numerosi artisti di fama internazionale, per sostenere decine di famiglie disagiate con bambini gravemente ammalati.

L’associazione nasce, infatti, dalla necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle difficoltà di chi è affetto da una malattia rara, nonché dedicata alla memoria del piccolo Mattia scomparso nel 2015.

Le foto dell’opera in anteprima, a cura di Alessio Liberini:

Diventa fan del Vaporetto per tutte le news sulla tua città, clicca qui e seguici sulla nostra pagina!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.