Il portale d'informazione della tua città

Napoli. Inaugurato il restyling della stazione Eav di Agnano

0 330

Dal letame nascono i fiori, citando il grande Fabrizio De André. E, dai fondi ricavati dal risarcimento in sede legale per gli illeciti delle passate gestioni, può nascere un virtuoso processo di riqualificazione di stazioni ferroviarie, precedentemente lasciate al degrado più totale.

È questo il caso della stazione Eav di Agnano, inaugurata oggi dopo il lungo restyling legato al progetto “Operazione Trasparenza“. La lodevole iniziativa, frutto della collaborazione tra Ente Autonomo Volturno, Accademia delle Belle Arti di Napoli e INWARD – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana, porterà al recupero anche delle stazioni Dazio e Grotta del Sole (Monteruscello).

L’idea della trasparenza si svilupperà proprio attraverso gli elementi naturali più caratterizzanti di questo puro concetto, simbolicamente rappresentati attraverso l’acqua (Agnano), l’aria (Dazio) e la luce (Grotta del Sole-Monteruscello).

Particolarmente soddisfatto il presidente Eav Umberto De Gregorio, il quale ha dichiarato: “Continua il nostro impegno per restituire ai cittadini campani un trasporto pubblico degno di questo nome stazione dopo stazione, treno dopo treno, giorno dopo giorno, senza mollare un centimetro. Dopo Agnano, inaugureremo ancora le stazioni di Dazio e Grotta del Sole (Monteruscello), sempre in collaborazione con L’Accademia di Belle Arti di Napoli, diretta dal prof. Gaeta che ringrazio, e con gli street-artisti coordinati da Inward.

Restituiamo queste stazioni ai cittadini senza gravare per un centesimo sui contribuenti, ma con fondi recuperati in sede legale per illeciti commessi nelle passate gestioni. Vogliamo lanciare un messaggio forte: la trasparenza non è solo giusta e utile, ma è anche bella. Le good pratices rendono alla collettività più servizi, più strumenti, più fiducia. Perché la trasparenza non è solo un principio da declamare, un protocollo cui dare seguito, è una prassi. Significa agire per cambiare le cose costruendo fiducia tra istituzioni e cittadini”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.