One Day: il viaggio lungo 15 anni di amore e amicizia. Come trasformare un romanzo in una coinvolgente serie tv?

0
One Day Il Viaggio Lungo 15 A

One Day: il viaggio lungo 15 anni di amore e amicizia. Come trasformare un romanzo in una coinvolgente serie tv? - ilvaporetto.com

One Day di David Nicholls è un romanzo che si presta ad un adattamento seriale? L’indagine sul medium migliore per trasportare una storia sullo schermo.

Una scelta ponderata per adattare un romanzo dovrebbe considerare il respiro del libro: se è denso di eventi e personaggi, una serie tv sembra essere la scelta ideale rispetto ad un film. Ma nella produzione cine-seriale entrano in gioco molte altre dinamiche.

Ecco perché One Day è stato adattato due volte in formati diversi: prima come film nel 2011, con Anne Hathaway e Jim Sturgess, e ora come serie per Netflix, adattata da Nicole Taylor.

Il romanzo racconta la storia di Emma e Dexter, che si conoscono all’università e condividono una vita fatta di sogni, delusioni, nuove esperienze e vittorie. Ma ciò che rende One Day unico è il formato seriale scelto da Nicholls: il racconto si sviluppa attraverso lo stesso giorno, il 15 luglio, nel corso di 15 anni.

La serie di Netflix trasporta questa struttura in modo eccellente, raccontando solo gli eventi che accadono in quel giorno specifico. Questo significa che le svolte possono avvenire fuori dalla cornice temporale scelta per il racconto, stimolando il cervello dello spettatore a ricostruire gli avvenimenti e mantenendo l’attenzione sempre alta.

Inoltre, questa struttura permette di mostrare la quotidianità dei protagonisti, con tutti gli alti e bassi che la vita normale comporta. Non tutti i 15 luglio della loro vita sono memorabili, ma questo aiuta a guardare la loro storia da una prospettiva umana, creando un’esperienza più autentica e vicina alla realtà.

Ambika Mod e Leo Woodall sono dei protagonisti straordinari, interpretando con precisione i ruoli di Emma e Dexter. Insieme, i loro personaggi creano una storia d’amore e amicizia ricca di emozioni, che costituisce il cuore romantico della serie.

La magia di One Day è anche nel suo sapore british, che rende tutto più vero, concreto e a misura d’uomo. Lontano dalle plasticità che spesso si trovano nelle ambientazioni glamour di New York o nelle stereotipate cittadine americane.

Tuttavia, non tutto è perfetto in One Day. Il finale potrebbe essere stato più efficace, anche se questo è una questione di gusto personale. Un altro piccolo difetto risiede nella mancanza di rigorosità nella struttura del racconto verso la fine della serie, con episodi che includono più di un “15 luglio” e alcuni flashback in date diverse.

Nonostante questi difetti, One Day è comunque un’ottima serie. Con una buona idea e una messa in scena coinvolgente, offre personaggi convincenti che fanno vivere emozioni intense.

Per chi ama le serie romantiche e commoventi, One Day diventa un’esperienza quasi perfetta. La storia classica e l’originale idea di raccontare solo un giorno all’anno la rendono fresca e interessante. Tuttavia, se non si è amanti di storie romantiche, potrebbe non piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *