Il portale d'informazione della tua città

Pan. Mostra fotografica racconta le portinerie di Napoli e Milano

0 23

Si è inaugurata, il giorno 24 agosto, al Pan la mostra Memorie di palazzo, un progetto di Antonella Cappuccio e Filippo Cristallo il quale si propone di raccontare, attraverso volti e oggetti, la vita che scorre nelle portinerie del centro di Napoli e Milano.

Memorie di palazzo è un progetto che coniuga la dimensione estetica con l’analisi socio-antropologia di un mestiere antico ma ancora attuale. Ovunque ci si trovi, in quartieri borghesi o popolari, le portinerie conservano il carattere di microcosmo: universo di pochi metri quadrati, carico di suggestione e interesse. “Una città senza portinaie, non ha storia, non ha gusto, è insipida, come una minestra senza pepe né sale, una ratatouille informe”, scriveva  Cèline nel suo Viaggio al termine della notte, scoprendo Manhattan senza portinerie.

Le foto restituiscono non solo un affresco dei variegati ambienti delle guardiole, ma anche i ritratti  dei custodi che le abitano. Una prima significativa differenza fra le due città appare subito visibile: a Milano il mestiere del portinaio, “a rischio di estinzione”, ha subito negli ultimi anni un’inversione di tendenza, la maggior parte dei custodi  è straniera, di nazionalità filippina, srilankese, peruviana e albanese. A Napoli, invece, la figura del “guardaportoni” non si è di granché evoluta rispetto alla descrizione fornitaci da Matilde Serao ne Il ventre di Napoli: “Per disimpegnare gli obblighi del proprio mestiere, svariati e non senza difficoltà, i portinai napoletani adoperano la sveltezza naturale del loro ingegno, fanno le ambasciate, distribuiscono le carte da visita, dividono le lettere e i giornali…”.

In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, la mostra è visitabile fino al 2 settembre.

Orari di apertura: Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato: 09:30/19:30. Domenica: 09:30/14:30. Martedì: chiuso.

Ingresso gratuito

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.