Parlare con gli sconosciuti: la felicità nascosta delle brevi conversazioni

0
Parlare Con Gli Sconosciuti L

Parlare con gli sconosciuti: la felicità nascosta delle brevi conversazioni - ilvaporetto.com

Parlare con gli sconosciuti: un’esperienza sorprendentemente positiva

Secondo uno studio condotto dagli psicologi Nicholas Epley e Juliana Schroeder dell’Università di Chicago, le interazioni con gli sconosciuti possono rendere le persone più felici rispetto ai dialoghi con conoscenti e familiari. Inoltre, Gillian Sandstrom, Senior lecturer in Psychology of kindness all’University of Sussex, sostiene che parlare con gli sconosciuti può far sentire le persone più ottimiste e empatiche.

In “The Power of Strangers: The Benefits of Connecting in a Suspicious World” (Il potere degli estranei: i vantaggi di connettersi in un mondo diffidente), il libro del 2021 scritto da Joe Keohane, ex editore della rivista Esquire, si evidenzia come le interazioni brevi con gli sconosciuti possano essere un efficace strumento di sopravvivenza, contribuendo allo sviluppo cognitivo e alleviando la solitudine e l’isolamento. Secondo Keohane, iniziare una conversazione con uno sconosciuto può portare a un miglioramento del benessere emotivo.

I benefici di parlare con gli sconosciuti

Camilla Pagani, psicologa sociale dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Cnr, afferma che avviare una conversazione con uno sconosciuto può essere più semplice e meno impegnativo rispetto a dialogare con persone conosciute. Il nuovo interlocutore non ha preconcetti su di noi e ci accoglie senza giudizio, offrendoci la possibilità di esprimerci liberamente. Inoltre, l’ascolto di uno sconosciuto non è condizionato da conoscenze pregresse su di noi, offrendoci la libertà di esplorare nuove identità e sperimentare diverse versioni di noi stessi.

Federico Zannoni, professore di Pedagogia generale e sociale presso l’Università di Bologna, sottolinea come avvicinarsi a uno sconosciuto possa offrire l’opportunità di esplorare nuove identità e rivelare parti di noi stessi che potrebbero rimanere nascoste nelle relazioni consolidate. Inoltre, Ornella Manzi, insegnante in pensione e volontaria di Telefono Amico Italia, evidenzia come molte persone trovino più facile confidare le proprie fragilità e preoccupazioni a uno sconosciuto piuttosto che a un amico o familiare, poiché si sentono accolti senza giudizio.

Un dialogo autentico e senza aspettative

Secondo Francesco Aquilar, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale, le amicizie consolidate possono comportare delle riserve nella comunicazione, mentre le interazioni con gli sconosciuti offrono la possibilità di un dialogo autentico e senza maschere. Inoltre, Alice Avallone, antropologa digitale, sottolinea come le interazioni sui social media possano offrire connessioni basate su una sensibilità condivisa, senza generare aspettative nei confronti dell’altro.

In conclusione, parlare con gli sconosciuti può offrire numerosi benefici, tra cui la possibilità di esprimersi liberamente, esplorare nuove identità e stabilire connessioni autentiche senza aspettative. Queste interazioni possono contribuire al benessere emotivo e offrire un’opportunità per esplorare parti di sé stessi che potrebbero rimanere in ombra nelle relazioni consolidate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *