Il portale d'informazione della tua città

Perché non li mandate a casa dei buonisti quei 3 bambini che continuano a vomitare l’anima in mezzo al mare?

0 1.123

Dicono che sulla Sea Watch 3 e sulla Sea Eye, le navi ong bloccate nel Mediterraneo dal 22 dicembre dell’anno passato, ci siano 49 migranti nuovi pronti per la pacchia. Eh, sì, pensavano di farla franca! Speravano, forse, di poter venire qui in Italia, foraggiati da quelli del PD, con WI-FI, tre pasti al giorno e 35 euro in saccoccia, e fare i porci comodi loro! Pensavano di venire a delinquere, quelli, ma per fortuna ora c’è Salvini! Dicono che stamattina uno di loro sia buttato in mare per tentare di salvarsi: che ridere! Che stupido!

Dicono che a bordo di quella stramaledetta nave pagata dai poteri forti – dal Nuovo Ordine Mondiale – ci siano 3 bambini di 1, 6 e 7 anni che continuano a vomitare senza sosta… E i nostri bambini, allora? A nessuno importa dei bambini italiani? Non quelli pasciuti e viziati, quelli con lo smartphone tra le mani e la pretesa facile; no, no: parlo dei poveracci, proprio come quelli della Sea Watch… Nessuno ci pensa a quelli? E meno male che c’è Salvini: io sto con Salvini! Tanto lui non ce l’ha più con i Napoletani, si è pentito, da un anno e passa siamo tutti italiani per lui: ora è più buonista Salvini, rispetto a qualche anno fa…

49 nuovi migranti: ma stiamo scherzando? E dove vuoi metterli quarantanove nuovi migranti in Italia? Forse a casa di qualche radical chic! Quando li ospiteranno a casa loro, buonisti del piffero, allora ci faranno sapere! Io, da Napoletano, mi dissocio da De Magistris, da Saviano, dai centri sociali, viva Salvini, viva la Lega Nord! Perché mai non li mandate a casa del sindaco i migranti? perché non li mandate a casa dei buonisti quei 3 bambini che continuano ininterrottamente a vomitare l’anima in mezzo al mare? E che sarà mai; sono passati solo 13 giorni da quando li hanno sottratti ai libici: e che diamine! Prima gli italiani: poi, quando avremo risolto tutti i nostri problemi, accoglieremo questi 49.

Tanti italiani dormono in auto, perché non aiutiamo gli italiani? Poi, per carità, che i Napoletani siano di cuore è risaputo, ma qui si tratta di regolare il flusso dei clandestini, quindi è bene che questi disperati se ne tornino da dove sono venuti; se ne tornino pure nelle prigioni libiche, se ne tornino nei campi di concentramento, si facciano violentare e torturare nella loro terra, noi non possiamo mica accoglierli a Napoli. Il sindaco poi parla per sé, noi non li vogliamo, avete visto il Vasto, il quartiere a ridosso della stazione (o del rione Luzzatti)?

Ora però sono stufo di commentare, accendo la stufa che qui a casa si gela. Tra poco è ora di cena: abbiamo ordinato il pollo arrosto con l’app dallo smartphone, e non voglio rovinarmi l’appetito…

L’articolo sarebbe dovuto finire qui, ma per nostra coscienza, e considerato il clima d’odio fomentato dalla politica che si cela dietro queste drammatiche barbarie, ci sentiamo in dovere di specificare che il testo, evidentemente provocatorio, è stato sviluppato facendo un sunto dei i vari commenti raccolti sui social in merito alla vicenda dei 49 migranti in balia delle onde. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.