Il portale d'informazione della tua città

Polvere di marmo frutto di lavoro in nero: arrestato l’uomo che ha sversato liquami nel porticciolo di Mergellina

0 1.714

NAPOLI, 9 GENNAIO – Come anticipato questa mattina, il responsabile dello sversamento illegale di sostanze chimiche inquinanti che ha causato un danno enorme all’ecosistema del molo di Mergellina, è stato assicurato alla giustizia. Il composto lattiginoso rovesciato nel tombino di viale Gramsci sarebbe polvere di marmo presumibilmente proveniente da lavori edilizi non in regola.

“Un plauso alla Guardia di Finanza, agli uomini del reparto operativo del Comandante Bastoni a cui vanno i nostri più calorosi ringraziamenti per l’immediata cattura – commenta Daniela Villani, assessora con delega Mare del Comune di Napoli -. Naturalmente lo stesso comandante ha sottolineato che il celere risultato è stato possibile grazie alla catena di partecipazione condivisa che si è attivata, dalla segnalazione di cittadini, alla collaborazione sinergica tra comune di Napoli, ABC, servizio ciclo integrato, servizio fogne, tutela mare, polizia Municipale. Ora il criminale oltre ad un’ammenda amministrativa avrà una condanna penale. La questione è nelle mani migliori, il procuratore Fragliasso, e sono sicura ci sarà una pena esemplare. Resta l’amaro in bocca perché lo sversamento di residui edilizi avvenuto tramite un tombino è naturalmente frutto di lavoro a nero, e come tale, anche gli scarti sono smaltiti illegalmente. Chiedere sempre la fattura – conclude la Villani – significa salvaguardare il nostro mare! Aspettiamo i risultati ARPAC.”

Diventa fan del Vaporetto per tutte le news sulla tua città, clicca qui e seguici sulla nostra pagina! 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.