Rimini, Ravenna, Genova: proroghe e gare per le concessioni balneari

0
Rimini Ravenna Genova Proro

Rimini, Ravenna, Genova: proroghe e gare per le concessioni balneari - ilvaporetto.com

Rimini avvia l’iter per i bandi delle concessioni demaniali marittime

La mancanza di una normativa nazionale che regoli l’assegnazione delle concessioni demaniali marittime scadute il 31 dicembre ha spinto la giunta di Rimini a muoversi autonomamente. La città, rinomata meta balneare d’Italia con 470 concessioni tra stabilimenti e associazioni sportive, ha avviato formalmente l’iter per i bandi, differendo nel contempo la scadenza delle concessioni in essere per il tempo necessario all’indizione delle gare. Questa decisione si basa sul cosiddetto decreto concorrenza Draghi, che prevede un anno di slittamento “per oggettive difficoltà”.

I comuni si muovono in ordine sparso

Diversi comuni italiani hanno preso iniziative autonome in merito alle concessioni demaniali marittime. Dopo Rimini, anche Ravenna ha avviato le procedure per le gare delle spiagge, prorogando le concessioni attuali fino alla fine dell’anno prossimo. Anche Genova ha seguito questa direzione. Altri comuni, come Viareggio, Marina di Pietrasanta, Fiumicino, Bari, Lecce, Brindisi, Taranto, San Benedetto del Tronto e altri in Puglia hanno optato per la proroga delle concessioni. Al contrario, Ancona e Sirolo non hanno adottato proroghe. Nel Comune di Pesaro, non è stata deliberata alcuna proroga, in quanto nel 2019 è stata eseguita una procedura di evidenza pubblica per il rinnovo delle concessioni balneari fino al 2033, in assenza di una diversa normativa.

Venezia rinnova la concessione fino a dicembre 2024 e la Sicilia differisce la scadenza al 31 dicembre 2024

La Giunta comunale di Venezia ha deciso di rinnovare la concessione demaniale balneare fino al 10 dicembre 2024. Secondo l’assessore Michele Zuin, questa proroga è necessaria per garantire la continuità dei servizi offerti dai concessionari a beneficio del turismo e del territorio. Anche la Sicilia ha differito la scadenza delle concessioni demaniali marittime al 31 dicembre 2024, come stabilito da un decreto firmato dall’assessore al Territorio e ambiente, Elena Pagana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *