Saldi invernali 2023: date di inizio e consigli per gli acquisti

0
Saldi Invernali 2023 Date Di

Saldi invernali 2023: date di inizio e consigli per gli acquisti - ilvaporetto.com

Saldi invernali: previsioni e aspettative

Dopo le festività natalizie, è già tempo di pensare ai saldi invernali. Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio, saranno 15,8 milioni le famiglie italiane che si dedicheranno allo shopping scontato, con una spesa media di circa 137 euro a persona. Si prevede un giro di affari di 4,8 miliardi di euro. Il presidente nazionale di Federazione Moda Italia-Confcommercio, Giulio Felloni, sottolinea che “questi saldi rappresentano un’eccezionale opportunità per i consumatori che potranno trovare nei negozi di moda un vasto assortimento di prodotti di qualità a prezzi molto convenienti”. Felloni evidenzia inoltre che il settore della moda ha contribuito in modo significativo alla discesa e al contenimento dell’inflazione, confermandosi come un elemento essenziale per la vitalità delle città e il contributo alla crescita economica e occupazionale del Paese.

Consigli per gli acquisti durante i saldi

La Federazione Moda Italia e Confcommercio forniscono alcune indicazioni importanti per gli acquisti durante i saldi. È importante tenere presente che la possibilità di cambiare un capo acquistato è a discrezione del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In tal caso, il negoziante è obbligato a riparare o sostituire il capo, o, se ciò non fosse possibile, a ridurre o restituire il prezzo pagato. Tuttavia, il compratore deve segnalare eventuali difetti entro due mesi dalla scoperta. Per gli acquisti online, è sempre possibile effettuare cambi o rescindere il contratto entro 14 giorni dalla ricezione del prodotto, fatta eccezione per i prodotti su misura o personalizzati. Inoltre, i pagamenti con carta di credito devono essere accettati dai negozianti, e si incoraggiano i pagamenti elettronici.

Regole e informazioni importanti

Durante i saldi, i capi in vendita devono avere un carattere stagionale o di moda e essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. È obbligatorio che il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale siano chiaramente indicati sui capi in saldo. Inoltre, il prezzo iniziale durante i saldi sarà il prezzo più basso applicato alla generalità dei consumatori nei 30 giorni precedenti. Confcommercio segnala anche le varie iniziative promosse su tutto il territorio nazionale da Federazione Moda Italia, come “Saldi Chiari e Sicuri”, “Saldi Trasparenti” e “Saldi Tranquilli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *