Il portale d'informazione della tua città

Senza titolo, 2016: Umberto Manzo dona al Museo di Capodimonte una sua opera

0 34

La sezione di arte contemporanea del Museo e Real Bosco di Capodimonte aggiunge un nuovo pezzo alla sua vasta collezione. L’artista napoletano Umberto Manzo ha infatti donato al Museo l’opera “Senza titolo, 2016”, che sarà presentata sabato 3 marzo alle ore 11.30 dal direttore Sylvain Bellenger. All’evento prenderanno parte anche il direttore del museo Madre Andrea Viliani, con la presidente della fondazione Donnaregina Laura Valente, e la gallerista Laura Trisorio.

L’opera, realizzata con tecnica mista su carta e tela, legno, ferro, vetro, è un polittico di nove elementi che insieme compongono la testa di Afrodite. Le stratificazioni dei diversi materiali sono evocative del processo dinamico e ricorsivo tipico dell’atto creativo e della storia dell’arte. “Ho voluto rappresentare una sintesi tra arte antica e contemporanea – dice Manzo – con un chiaro riferimento anche a Napoli, città stratificata per eccellenza, un tentativo per dire che l’arte è una sola, senza distinzioni temporali”.

“Ho voluto donare quest’opera a Capodimonte – continua l’artista – perché credo che sia particolarmente indicata per un museo che racchiude tutta la storia dell’arte, dal ‘300 ai giorni nostri, con una grande apertura verso il contemporaneo. É un grande onore e un importante riconoscimento per me, come per ogni artista, avere una propria opera nella sezione di arte contemporanea del Museo e Real Bosco di Capodimonte, accanto a maestri come Burri, Paladino, Warhol, Kounellis e Mimmo Jodice”.

Fino al 7 aprile 2018 presso lo Studio Trisorio (via Riviera di Chiara 215, Napoli) è in corso una mostra personale dell’artista. Inoltre, nel mese di giugno 2018 un’altra opera di Manzo sarà donata alla collezione del MADRE, e presentata nell’ambito del progetto Per_formare una collezione: per un archivio dell’arte in Campania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.