Il portale d'informazione della tua città

Terra dei Fuochi: dobbiamo prepararci ad una nuova stagione di roghi?

0 1.079

Ma quante volte ancora bisognerà ripeterlo perché si faccia realmente qualcosa. In che lingua pensate bisogna dirle certe verità a tutti già note?

Il fenomeno Terra dei fuochi è molto più della semplice busta dell’immondizia gettata in strada ed incendiata da ignoti vandali per pura goliardia. Terra dei fuochi è oltre quelle forme di inciviltà e maleducazione che spingono le persone ad abbandonare rifiuti ovunque.

Il dramma ambientale che caratterizza tutto lo stivale, da Nord a Sud, è frutto del connubio fatale di mafie e imprese che scelgono di cooperare per mero profitto.

Questa terra puzza ancora di lavoro nero e di fabbriche tessili abusive attive, in maniera del tutto illegale, negli scantinati, nei capannoni, nei garage dei nostri territori.

Questa terra è prigioniera dell’evasione fiscale che rende invisibili le merci prodotte e i conseguenti materiali di scarto i quali, affinché restino sotto traccia, devono essere smaltiti illegalmente.

Lo dimostra ancora una volta, come sempre e da troppi anni ormai, don Patriciello: con un video condiviso sui social e rilanciato dalla giornalista Nadia Toffa, ha mostrato il semplice processo che sta alla base dell’inquinamento ambientale.

Padre Maurizio si trova sulla Strada Statale che costeggia anche il Parco Verde di Caivano e attraversa l’interland tra Napoli e Caserta: buste della spazzatura piene di rifiuti tessili che attendono di essere incendiati alla prima occasione utile.

Ancora non è finita, dunque, per questo popolo di don Chisciotte che continua a lottare contro i mulini a vento.

Questo governo sembrava intenzionato a voler cambiare completamente le cose. Era pronto ad offrire la soluzione finale ad un problema enorme. Ma quanto realizzato non è certamente abbastanza.
Non è ancora cominciata la stagione dei roghi, ma all’orizzonte non si intravede nulla di buono. Tutt’altro, bisogna forse temere ancora le caldissime estati degli incendi?

Ai ministri, a chi di dovere, sentiamo di rigirare l’invito che il leghista Marco Bussetti, ministro dell’istruzione, ha condiviso non molti giorni fa agli studenti ed agli insegnanti del Sud: “Impegnatevi di più“, cari ministri, “Impegnatevi forte. Sacrificio, impegno e lavoro” e forse qualcosa cambierà davvero.

Il video pubblicato da Nadia Toffa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.