Il portale d'informazione della tua città

“Vita nuova” al Palazzo Venezia con la danza estatica

0 157

Nasce una “vita nuova” al Palazzo Venezia, una esistenza “concepita” da un trittico formato da Natura, Divinità e Uomo. Tre elementi che “partoriscono” una danza, dove le voci e il tammuriello danno vita alla danza contadina grazie al genio del maestro Enzo Esposito che ci guida in quest’avventura mistica e terrena.

Le parole che seguiranno toccheranno la storia, la passione e il progetto culturale di note nate sui campi del Vesuvio e sulle coste del golfo di Napoli e trasferite al Palazzo Venezia, a pochi passi dal conservatorio del capoluogo campano, lì dove la musica è suonata nelle stanze. Una musica che insegna, che non fa differenza, che unisce, abbattendo le barriere.

La storia. Il maestro Esposito racconta che la “danza popolare” nasce nei campi, lì dove il sole batteva in fronte ai volti delle donne, dove le mani incallite e i piedi stanchi si rivitalizzavano con canti, quest’ultimi spesso raccontano storie personali, storie di tutti i giorni.

La danza. I movimenti del corpo vengono dettati dal ritmo del tamburello, la vibrazione del tammuro risuona come i battiti del cuore, è un battito ancestrale, il suono armonico entra nel cuore di chi ascolta, i gesti simulano quelli della semina, i piedi battono in terra. Dal suolo si inizia a danzare: le mani verso l’alto, in direzione del “divino”, si alimenta l’anima e lo spirito.

La Danza Estatica è libertà, l’unione con il sé è possibile attraverso il movimento libero dal pensiero, in uno stato di purezza l’essenza si esprime e fluisce nel movimento presente. Avviene una rinascita, in una forma espressiva nuova in cui ritrovare se stessi nel profondo e misterioso. All’interno di essa ci si “corteggia”, e si “rinasce”, difatti si inizia a ballare o da soli o in coppia ma alla fine ci si unisce in gruppo ed è lì che si rinasce, e quest’ultima l’essenza del danza popolare.

Nella Napoli mistica, al centro storico, in via Benedetto Croce n°19, ogni lunedì il maestro Enzo Esposito darà inizio ad un percorso “spirituale”, ci sarà modo di andare nelle piazze, nei cortili, durante un periodo preciso dell’anno.

Per info e prenotazioni:
3281812672

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.