Roma in attesa di nuove licenze taxi: la procedura e i tempi previsti

Roma in attesa di nuove licenze taxi: la procedura e i tempi previsti - IlVaporetto.com

Roma si prepara ad un importante rinnovo nel settore dei taxi, con l’arrivo di mille nuove licenze permanenti e 500 stagionali. L’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè, ha fatto il punto sulla situazione e sulle tempistiche previste per l’emanazione del bando pubblico in un’audizione in commissione capitolina Trasparenza. La discussione in corso riguarda anche la necessità di adeguare le competenze linguistiche e culturali degli autisti per migliorare il servizio offerto ai passeggeri, soprattutto turisti.

La nuova normativa sulle licenze taxi a Roma: requisiti e obiettivi da raggiungere

Il bando per le nuove licenze taxi a Roma prevede dei requisiti fondamentali, tra cui la conoscenza di nozioni basilari di inglese e dei luoghi turistici più importanti della città. L’obiettivo è quello di potenziare il servizio offerto, garantendo una maggiore competenza ed efficienza da parte degli autisti. Inoltre, si prevede di aumentare il numero di licenze destinate ai passeggeri disabili, attualmente troppo poche rispetto alle esigenze della città. Il confronto con le organizzazioni sindacali sarà cruciale per individuare le soluzioni migliori e migliorare il servizio di mobilità per tutti i cittadini.

I cambiamenti anche a Milano: nuove licenze taxi per far fronte alla domanda crescente

Anche Milano si prepara ad un’importante evoluzione nel settore dei taxi, con l’obiettivo di incrementare il numero di auto bianche in circolazione per far fronte alla crescente domanda, soprattutto durante i periodi estivi e durante gli eventi di rilievo. Il Comune di Milano ha annunciato una seconda gara per l’assegnazione di ulteriori 450 licenze taxi, con l’intenzione di arrivare a quasi mille nuove auto in servizio. Il sindaco Giuseppe Sala ha sottolineato l’importanza di adeguare l’offerta alla domanda e di migliorare il servizio offerto ai cittadini e ai turisti che frequentano la città.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *