Un viaggio nel Napoli degli Anni Cinquanta attraverso gli articoli di ‘Guancianera’

Un viaggio nel Napoli degli Anni Cinquanta attraverso gli articoli di 'Guancianera' - IlVaporetto.com

Napoli e Napoli negli Anni Cinquanta: il racconto di ‘Guancianera’

Intramontabile memoria di Emilio Buccafusca, conosciuto anche come Guancianera, ortopedico, giornalista-scrittore, poeta e pittore di spicco nel contesto futurista. Il libro ‘Il Napoli di Guancianera’, firmato da Stefano Buccafusca, giornalista de La7 e figlio dell’illustre Emilio, raccoglie e celebra i ricordi di quei tempi d’oro. La presentazione dell’opera è fissata per oggi alle 17.30 presso il prestigioso Circolo Savoia di Napoli, con la partecipazione di importanti personalità del giornalismo e della cultura locale.

Gli articoli d’epoca di ‘Guancianera’: una testimonianza preziosa

I documenti ingialliti dal trascorrere del tempo, conservati gelosamente in una cartella come tesori di famiglia, rivivono grazie alla recente impresa sportiva del Napoli nella stagione calcistica del 2023. L’autore, folgorato dalla brillantezza di quegli scritti, decide di rileggerli con attenzione. Si tratta di articoli, comparsi tra il 1952 e il 1956 sulla rivista napoletana Lo Sport del Mezzogiorno, dedicati non solo alla squadra di calcio locale, ma anche allo sci e alle Olimpiadi di Cortina del 1956.

Il ritorno alla normalità attraverso le pagine di ‘Guancianera’

Gli anni Cinquanta rappresentano un’epoca di transizione, in cui il Paese e la città di Napoli si sforzavano di superare le devastazioni della Seconda Guerra Mondiale per abbracciare nuovamente la normalità. Gli articoli di ‘Guancianera’, definibili come ‘elzeviri’ di un’epoca ormai lontana, raccontano storie e gesta che rievocano un’atmosfera di entusiasmo e speranza. Da Jeppson ai vari protagonisti delle vicende sportive, le pagine di quei giornali erano il tramite privilegiato per migliaia di lettori desiderosi di connettersi con il mondo che li circondava.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *