Un importante successo della Lazio sul campo dell’Empoli

Un importante successo della Lazio sul campo dell'Empoli - IlVaporetto.com

La Lazio domina e vince 2-0 contro l’Empoli

Il gol di Matias Vecino

Al minuto 88 della partita, Matias Vecino sigla il gol decisivo per la Lazio. Un’azione manovrata che vede Pedro giocare un passaggio orizzontale perfetto per l’inserimento di Vecino, che con un destro preciso batte Caprile in porta.

Il vantaggio di Patric

Al 48′, è il difensore Patric a portare la Lazio in vantaggio. Un calcio d’angolo di Zaccagni sfruttato al meglio da Patric che spinge la palla in rete da pochi passi, lasciando senza scampo Caprile, il portiere dell’Empoli.

La Lazio non delude contro l’Empoli a casa

La Lazio continua la sua serie positiva contro l’Empoli, conquistando il nono successo in tredici sfide giocate in casa contro la squadra toscana. Un record che conferma la superiorità dei biancocelesti in questi confronti.

Le scelte tattiche dei due allenatori

Il tecnico dell’Empoli, mister Nicola, apporta alcune modifiche rispetto alla partita precedente. La difesa a tre resta invariata, ma ci sono novità a centrocampo con Bastoni e Maleh che ritornano titolari. Gyasi e Pezzella sono gli esterni di centrocampo, con Cancellieri e Caputo in attacco.

Anche il tecnico della Lazio, mister Tudor, deve fare delle scelte importanti. Senza Luis Alberto, la squadra si schiera con un 3-4-2-1 che vede Felipe Anderson e Zaccagni a supporto di Immobile in attacco. Marusic torna titolare, mentre in porta c’è Mandas.

Le formazioni ufficiali

L’Empoli risponde con un 3-5-2, schierando Caprile in porta, Bereszynski, Ismajli, Luperto in difesa, Gyasi, Bastoni, Marin, Maleh, Pezzella a centrocampo e Cancellieri, Caputo in attacco. Alla guida della squadra c’è Nicola.

La Lazio, invece, opta per un 3-4-2-1 con Mandas in porta, Patric, Romagnoli, Hysaj in difesa, Lazzari, Guendouzi, Kamada, Marusic a centrocampo e Felipe Anderson, Zaccagni a supporto di Immobile in attacco. A dirigere i biancocelesti c’è Tudor.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *