Un sabato di fuoco: la pole di Lando Norris a Barcellona

Un sabato di fuoco: la pole di Lando Norris a Barcellona - IlVaporetto.com

Lando Norris conquista la pole position nel Gran Premio di Spagna, decima tappa della stagione di Formula 1. Sull’affascinante tracciato del Montmelò di Barcellona, il pilota della McLaren riesce a ottenere il miglior tempo all’ultimo istante, distanziando di soli 20 millesimi il rivale Max Verstappen della Red Bull. Alla partenza si troveranno sulle prime due file Lewis Hamilton e George Russell delle Mercedes, mentre Leclerc e Sainz partiranno rispettivamente dalla quinta e sesta posizione, accumulando un ritardo di tre decimi dal poleman.

Una pole contestata fino alla fine

La pole position conquistata da Lando Norris è stata sudata e al contempo agognata, permettendo al team McLaren di concludere una giornata di sabato intensa in modo trionfale. Mentre il compagno di squadra Oscar Piastri partirà dalla decima posizione dopo alcune scivolate sulla ghiaia nella Q3, il pilota britannico si è assicurato la pole position battendo Verstappen di soli 20 millesimi. Questo risultato ha momentaneamente oscurato l’incendio che ha generato preoccupazioni durante la mattinata catalana. La McLaren cercherà di sfruttare al meglio questa posizione privilegiata in griglia, consapevole di essere tra le monoposto più competitive in pista in questa fase della stagione.

Equilibrio tra le scuderie

Nonostante la McLaren si dimostri una delle migliori monoposto in pista, non è la squadra assolutamente dominante, poiché la Red Bull ha dimostrato di poter tirare fuori il coniglio dal cilindro in ogni momento. Dopo un inizio poco esaltante nelle sessioni di prove libere, Max Verstappen è riuscito a risalire la china, ottenendo un tempo che gli garantisce la seconda posizione in griglia di partenza, dietro solo a Norris e davanti alle due Mercedes di Hamilton e Russell, nonché ad entrambe le Ferrari. La SF-24 più veloce è quella di Charles Leclerc, che scatterà dalla quinta posizione, seguito da Carlos Sainz dalla sesta casella, davanti alla monoposto Alpine di Gasly e alla Red Bull di Sergio Perez. Per Oscar Piastri, che si troverà in quinta fila, sarà necessario superare Ocon per tentare di recuperare terreno.

Nella Q2, Fernando Alonso ha mancato l’accesso alla Q3 per soli 19 millesimi, trovandosi costretto a partire dalla sesta fila accanto alla Kick Sauber di Bottas. La settima fila vedrà la presenza della Haas di Hulkenberg, posizionandosi davanti all’altra Aston Martin di Stroll che partirà 14esima accanto a Zhou. Kevin Magnussen con l’altra Haas completerà l’ottava fila, precedendo le due Racing Bulls di Tsunoda e Ricciardo, insieme alle Williams di Albon e Sargeant che chiuderanno la griglia di partenza.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *