Unite for Monza: il calcio come strumento di solidarietà e inclusione

Unite for Monza: il calcio come strumento di solidarietà e inclusione - IlVaporetto.com

Il legame di Adriano Galliani con Matteo Pessina

Durante l’evento benefico “Attenti a quei 2” tenutosi allo U-Power Stadium di Monza, l’amministratore delegato dell’Ac Monza, Adriano Galliani, ha espresso il suo forte legame con Matteo Pessina, definendolo il suo giocatore preferito. Galliani, monzese purosangue, ha sottolineato di aver conosciuto anche il nonno di Pessina, evidenziando una connessione profonda con la storia e la tradizione calcistica della città.

Monza vs Como: una rivalità calcistica radicata

Durante l’incontro, Galliani ha risposto ad una domanda sul confronto tra Monza e Como, rivelando che non è possibile assegnare premi partita individuali. Ha sottolineato la forte rivalità sportiva tra le due squadre, rivelando che il Como ha preferito giocare allo stadio Tardini di Parma anziché accettare l’invito a Monza. Galliani ha evidenziato la peculiarità dell’Italia, con le sue diverse realtà e tradizioni calcistiche che contribuiscono a rendere il panorama sportivo unico e variegato.

Solidarietà e coinvolgimento: lo spirito dell’evento a Monza

L’aperitivo di solidarietà organizzato con la presidente del Vero Volley, Alessandra Marzari, ha avuto lo scopo di raccogliere fondi per il Centro Mamma Rita di Monza, a sostegno dei giovani in situazioni di gravi difficoltà socio-familiari. L’evento ha mostrato come lo sport, in questo caso il calcio e la pallavolo, possa diventare un veicolo di inclusione sociale e di promozione del benessere comunitario attraverso azioni concrete e di solidarietà.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *